Leone Piccioni, un convegno all'Eur
per ricordare il grande autore

Giovedì 23 Maggio 2019
Lo scrittore Leone Piccioni
A un anno dalla morte, Leone Piccioni viene ricordato in un convegno che rende omaggio alla sua «vita per la letteratura» e con una mostra documentaria relativa ai suoi epistolari. Al convegno, che si svolgerà il 27 e 28 maggio all’Archivio centrale dello Stato, all’Eur, saranno proiettati, per gentile concessione di Rai Teche, anche due video con i suoi documentari-intervista a Eugenio Montale nel 1966 e a Giuseppe Ungaretti, nel 1963, realizzati per la Rai, azienda in cui Piccioni ha lavorato per oltre 40 anni e di cui è stato alto dirigente.

Tante le testimonianze, tra cui quelle di Valerio Magrelli, Marta Morazzoni, Raffaele Manica, Margaret Mazzantini e Renzo Arbore. Le iniziative sono organizzate dall’associazione “Amici di Leone Piccioni”, fondata dai figli Giovanni e Gloria per sostenere e diffondere la conoscenza e l’opera del critico letterario. La corrispondenza con i grandi protagonisti della cultura italiana del Novecento, recentemente acquisita dal Mibac, composta da circa 150 epistolari, e la biblioteca privata donata dagli eredi, ora conservate presso l’Archivio centrale dello Stato, permetteranno di conoscere più a fondo la passione e l’attività di Piccioni. E il 15 giugno si inaugurerà alla Fondazione Villa Bertelli di Forte dei Marmi la mostra “Burri, Morandi e altri amici. La passione per l’arte di Leone Piccioni”, in cui verranno per la prima volta esposte le opere della sua collezione privata. Di Piccioni, nato il 9 maggio 1925 e scomparso il 15 maggio 2018, è uscito postumo nel settembre 2018 per Polistampa il libro “Lungara 29 - Il caso Montesi nelle lettere a Piero” che ha riacceso l’attenzione sulla sua figura. Inoltre l’associazione Amici di Leone Piccioni, ha dato vita insieme al Premio Internazionale Ceppo e al suo presidente Paolo Fabrizio Iacuzzi al premio Ceppo “Leone Piccioni - Vita e Letteratura” la cui prima edizione, che si è svolta a Pistoia il 5 aprile scorso, ha visto vincitore Claudio Magris per «l’espressione alta e originale, nella sua intera opera, di valori già sentiti e partecipati dall’esperienza umana e professionale di Leone Piccioni». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma