Cucina Kosher, a tavola con il sapore del tempo

Martedì 26 Giugno 2018 di Marco Lombardi
L'undicesima edizione di Ebraica, il Festival Internazionale della Cultura diretto da Ariela Piattelli, Raffaella Spizzichino e Marco Panella, ha messo al centro il tema del tempo, perciò si sono svolti degli incontri culinari che sono cominciati ieri e finiranno domani: «Il tempo ebraico è scandito da profumi e sapori specifici: lo Shabbat del sabato sa di challot, un pane fra il dolce e il salato, mentre la Pasqua ha il profumo delle lasagne di pane azzimo, il Capodanno il sapore del miele e la Pentecoste sa di crostate di ricotta e fragoloni», hanno dichiarato Laura Ravaioli di Gambero rosso channel, la storica dell'Arte Fabiana Mendia e la chef Giulia Gallichi Punturello in occasione del convegno di ieri, precisando poi che la cucina delle ricorrenze è il luogo in cui vengono armonizzate le regole alimentari tradizionali kosher con le culture dei luoghi in cui gli ebrei hanno vissuto. Oggi e domani - presso il Palazzo della Cultura, nel Quartiere Ebraico - sono previste le presentazioni di due libri: Di casa in casa. Sapori Kosher dal mondo in Italia, ricette casalinghe provenienti da tutte le comunità ebraiche nel mondo, e Kosher, Halal e Bio. Regole e mercati scritto da Elena Toselli.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani