Collaborazione triennale tra Parco della Musica e Romaeuropa: inaugurazione del Festival il 14 settembre in Cavea

Mercoledì 31 Marzo 2021 di Simona Antonucci
Il Romaeuropa Festival al Parco della Musica

La Fondazione Musica per Roma e la Fondazione Romaeuropa hanno firmato una convenzione triennale volta ad accrescere, fino alla fine del 2023, la collaborazione e gli impegni di co-produzione tra le due istituzioni nell’ambito delle prossime edizioni del Romaeuropa Festival.

Tavolo tecnico per la produzione culturale contemporanea

Entrambe le fondazioni sono inserite nel modello operativo definito Tavolo tecnico per la produzione culturale contemporanea promosso da Roma Capitale al fine di favorire la collaborazione artistica e produttiva delle istituzioni romane. La necessità di sviluppare una cooperazione istituzionale al servizio della città, degli artisti e del pubblico, nella comune visione di favorire la crescita del livello culturale e rispondere all’attuale situazione di sospensione e crisi che l’intero comparto culturale sta attraversando, ha portato alla comune valutazione di estendere la collaborazione su base triennale al fine di pianificare con più ampio respiro la vocazione multidisciplinare e multitematica che la contraddistingue ormai da anni e di accrescere una modalità di collaborazione e di dialogo oggi quanto mai urgente.

Daniele Pitteri 

«Con il piano triennale rafforziamo la nostra collaborazione con Romaeuropa Festival», ha dichiarato l’amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma Daniele Pitteri, «non solo perché negli anni l’abbiamo trovata proficua e di grande stimolo, ma soprattutto perché viviamo in tempi che vedono necessario lo scambio tra istituzioni per volgere lo sguardo verso il futuro, introducendo novità necessarie a rimettere in piedi la filiera dello spettacolo dal vivo».

«La collaborazione triennale con Musica per Roma risponde ad un’urgenza di rete e cooperazione tra le istituzioni del territorio volta a costruire congiuntamente un percorso di sostegno della produzione culturale contemporanea», afferma il direttore generale e artistico della Fondazione Romaeuropa Fabrizio Grifasi, «il Parco della Musica ha accolto e accoglierà il Romaeuropa Festival con la sua programmazione di musica e danza, con un forte sostegno agli artisti italiani e ai progetti multidisciplinari mentre il piano di co-realizzazioni permetterà una cospicua presenza di artisti internazionali per riattivare la mobilità sul territorio europeo ed extraeuropeo».

La 36sima edizione di Romaeuropa Festival inaugurerà nella Cavea dell’Auditorium il 14 settembre per attraversare le geografie artistiche del nostro tempo e presentare al pubblico un’offerta culturale guidata da visioni internazionali e nuove scoperte. Un programma che sarà più volte presente sui diversi palcoscenici dell’Auditorium Parco della Musica e che qui si concluderà il 21 novembre con un gran finale musicale volto a celebrare il pieno sostegno alla ripresa del settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA