“Comics & Games Factory”, nasce la start up per web comics e videogame under 35

“Comics & Games Factory”, nasce la start up per web comics e videogame under 35
di Marina Cappa
3 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Giugno 2022, 18:09

Certo, non siamo ancora al livello della Francia, dove è stato lanciata la proposta di fare dei videogame una disciplina olimpica. Però, pure in Italia il mondo dell’intrattenimento digitale avanza. Anche perché si tratta di uno dei pochissimi settori che la pandemia non solo non ha penalizzato, ma ha contribuito a far crescere esponenzialmente. Nasce da qui il nuovo “Comics & Games Factory”. Ideato Lucca Comics & Games, fiera internazionale di fumetto, videogioco, mondo fantasy e animazione, il nuovo progetto è un concorso riservato agli under 35. Si rivolge ad aspiranti creativi del mondo digitale che vogliono dar vita a start up di esport, videogame, content creation, web comics o webtoon. Ci si può iscrivere – gratuitamente – fino al 4 agosto (https://comicsandgamesfactory.it): basta inviare un riassunto degli obiettivi e una sorta di sintetico business plan. «Quando io ho cominciato nove anni fa – racconta la streamer e content creator Sara Stefanizzi, alias Kurolily – era tutto completamente diverso, per chi arriva oggi è prezioso trovare qualcuno che lo aiuti e lo indirizzi».

Mondadori, Intesa conferma Buy dopo operazione Star Comics

A questo compito lavoreranno come coach lei e il podcaster e autore del libro “Startup di merda” Mario Moroni. Perché uno può avere grandi idee, ma poi – come canta Marco Mengoni – c’è una «differenza sottile fra il fare e il dire». Comics & Games Factory si avvale anche della partecipazione di Pow3r, all’anagrafe Giorgio Calandrelli, che sarà inoltre ospite della prossima edizione del festival di Lucca, in calendario dal 28 ottobre. Pow3r punta però anche l’attenzione su un grosso problema che si pone a chi vuole lavorare in questo mondo, e che spesso porta – come è successo anche a lui – a emigrare: la difficiltà nelle connessioni, il fatto che molte zone d’Italia non hanno ancora la fibra, e che quindi per quanto la tua idea possa essere fantastica, poi vederla giocare è molto più complicato.

Ma non bisogna demordere. Kurolily ribadisce quando sia importante sottrare il videogaming a una visione ristretta di puro intrattenimento infantile. Non solo esport, web comics e quant’altro hanno giocatori adulti: possono essere, in più, una buona occasione per portare alla luce talenti imprenditoriali imprevisti. In questo, fondamentale diventa così l’apporto di Banca Intesa, che della Comics & Games Factory è partner.
I 3 vincitori, selezionati da una giuria dove figura anche il direttore di Lucca Comics & Games Emanuele Vietina, avranno a disposizione – per un contro valore di 40 mila euro - un pool di esperti e consulenti che li aiuteranno ad affrontare le difficoltà tecniche, ad affinare e sviluppare le loro idee di business, e a elaborare quindi un progetto completo. In cambio, come ha sottolineato la responsabile Sales & Marketing Digital Retail Claudia Vassena, Intesa ci guadagna l’opportunità di parlare a un nuovo pubblico, di interagire con gli imprenditori e i clienti di domani, entrando nella loro modalità di comunicazione. Quando il gioco si fa duro, i duri (e i digitali) iniziano a giocare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA