Il Coachella in California, la musica fa Festival
750 mila fan in sei giorni: star, hip hop, folk, techno

Il Festival Coachella in California
di Benedetta Billi
5 Minuti di Lettura
Lunedì 25 Aprile 2022, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 16:43

Si è concluso ieri in grande stile il Coachella, il festival musicale più virale del mondo, che sotto l’hashtag dedicato, ha raccolto su Instagram oltre 6 milioni di post, e che su Tik Tok ha superato i 3 miliardi di visualizzazioni. Il Festival, che dal 1993 si svolge all’Empire Polo Club a Indio, in California, quest’anno ha riunito circa 125.000 persone al giorno, dal venerdì alla domenica per due weekend consecutivi, per un totale di oltre 750.000 fan da tutto il mondo. Nonostante i prezzi, che vanno dai 499 dollari fino ai 1500 per i Vip tickets per un’esperienza più esclusiva tra zone d’ombre, tavoli da picnic e divani per fare una siesta, come ogni anno i biglietti sono andati sold out in poche ore.
D’altronde il Coachella, molto atteso quest’anno dopo lo stop di due anni dovuto alla pandemia mondiale, è diventato negli anni la meta irrinunciabile di star hollywoodiane e di influencer da tutto il mondo, una sorta di fashion week a cielo aperto.
Settimane di preparazione, collaborazioni con aziende di moda, make-up, ma non solo (quest’anno tra i main sponsor c’erano American Express, Heineken, RayBan), sfoggiando look acchiappa like, scattando foto per poter dire “io c’ero”. Perché il Coachella è uno di quegli eventi dove devi andare una volta nella vita, per immergerti in uno spazio tempo dove le giornate, filtrate da Instagram, sembrano non finire mai; dove musica, arte, moda si intrecciano regalando un’esperienza indimenticabile.

 

Elisa Maino (foto Gabriele di Martino)

IL VIAGGIO
Il viaggio per arrivare al Coachella è da sè un’esperienza indimenticabile. Per chi arriva da Los Angeles la partenza è d’obbligo la mattina all’alba, se si vuole arrivare in tempo per l’apertura delle 12. Per chi arriva più tardi, ad aspettarlo ci sono le attese infinite di macchine incolonnate da Palm Springs all’ingresso. Lasciata la macchina nel parcheggio libero, l’eccitazione è già elevatissima. Un tragitto a piedi che dura mezz’ora, è l’ultimo sforzo prima di accedere all’evento, un percorso suggestivo dove i cartelli con le line up delle passate edizioni del festival ti accompagnano mentre ci si avvicina sempre più all’iconica ruota panoramica. Per i più pigri, bastano 10 dollari per salire su un risciò che ti porta velocemente all’ingresso. La ruota panoramica sovrasta imponente l’enorme distesa verde e l’entusiasmo dei fan a questo punto è alle stelle. Si aprono le porte, e via, una distesa di persone danzanti di etnie diverse si sparge in piccoli gruppi tra gli otto grandi palchi dove la musica sta per cominciare. La birra aiuta a familiarizzare.

Rosalba (Foto Gabriele di Martino)


Tra frange, treccine, trame psichedeliche, abiti in metallo e catene (sembra essere questo il vero trend dell’estate, indossato tra le altre dalla influencer tedesca Leonie Hannie e dall’italiana Rosalba), tra look d’ispirazione Anni ‘60, ed il grande revival degli anni ’00, negli anni dell’espressione del sé ognuno qui è libero di esprimersi senza filtri.
Sembra però esserci un filone in controtendenza. In mezzo ai look più eccentrici infatti si distinguono le star come Hailey Bieber, Kendall Jenner che lo scorso weekend si sono presentate in semplici jeans e t-shirt bianche o in tuta, una scelta che sembra gridare una necessità di ritornare alla semplicità, di eliminare gli orpelli, i colori, dando spazio auspicabilmente alla musica.
Sì, perché poi c’è anche la musica. Soprattutto la musica. Un’esplosione di contaminazioni, dall’ Hip-Hop, Afrobeat, Techno, arrivando al Folk, al Pop, al K Pop e molto altro. Circa settanta artisti al giorno si alternano sugli otto palchi. C’è così tanta musica da soddisfare i gusti di tutti, ma proprio tutti. I più attesi sono i frontliner delle tre serate Harry Styles, Billie Eilish e Swedish House Mafia x the Weeknd. A seguire, la nuova stella del rap americano Megan Thee Stallion, le sue canzoni sono tutte virali su Tik Tok, e poi Lil Baby, che quest’anno si è portato a casa un Grammy nel featuring con Kanye West e The Weeknd e al Coachella non ha deluso le aspettative. E poi Peggy Gou, Doja Cat, Stromae, Disclosure e Nicki Nicole, solo per citarne alcuni.
Nel corso del festival non sono mancate le sorprese, con le apparizioni durante i concerti di Justin Bieber, Dalmon Albarn, Khalid e altri. Magica la performance chitarra voce di Billie Eilish insieme alla sua ospite Hayley Williams, cantante dei Paramore, durante il secondo weekend.
Vicino alla VIP area qualcuno inizia a urlare a gran voce “Anitta Anitta”.
Alla sua seconda esibizione al Coachella, è lei la vera rivelazione del festival. Il suo show si apre con un omaggio al Brasile, la sua terra, con le immagini delle favelas dove è cresciuta e dove ha coltivato la passione per la musica. Alla ribalta delle classifiche mondiali, tanto da aver scavalcato Shakira confermandosi l’artista latina con più ingressi nella Global Chart di Spotify, è anche la prima artista brasiliana ad esibirsi al Coachella.

Ryan Prevedel e Elisa Maino (foto Gabriele di Martino)

 

LO SHOW

Anitta incanta con uno show camaleontico, dove il palco si trasforma con transizioni dinamiche in un contesto urbano dove la cantante si muove agilmente, tra twerk e tre cambi outfit. Anitta è tremendamente sexy e audace, e tra balli accaldati vola anche un bacio indimenticabile ad una ballerina sul palco.
Per gli amanti del K-Pop (e non solo), a grande sorpresa dopo l’annuncio last-minute, ha debuttato questo sabato la girl band sud-coreana Aespa. Karina, Giselle, Winter e Ningning, sono questi i nomi delle quattro artiste che hanno mandato in deliro la folla del Coachella. Il ledwall catalizza l’attenzione con laser ed effetti pirotecnici, video con colori fluo e neon. Le loro canzoni sono un mix adrenalinico di sonorità elettroniche e melodie memorabili. Sentiremo parlare di loro.
I fan sono arrivati anche dall’Italia. Tra gli influencer Elisa Maino, Veronica Ferraro, Cristina Musacchio, Ryan Prevedel, Rosalba. E il conteggio di follower su Instagram schizza solo con loro a 10 milioni.
Elisa Maino (2,8 milioni di follower su Instagram, 5 milioni su Tik Tok), che quest’anno indossa un look total Etro, è al suo secondo Coachella. «Al primo, nel 2019, avevo solo 16 anni. Ora scatto una foto del look ma poi voglio godermi la musica». È quasi mezzanotte, e lei aspetta Billie Eilish.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA