Da Aurora Ramazzotti a Cecilia Cantarano, i nuovi volti dello Spettacolo 2022 da tenere d'occhio

La musicista Alana Haim
di Leonardo Jattarelli
6 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Dicembre 2021, 17:11 - Ultimo aggiornamento: 2 Gennaio, 07:44

Compito arduo quello di individuare i volti sui quali scommettere per il 2022 dello Spettacolo. L'immagine domina incontrastata nell'era dei social, del "tutto e subito" e dell'Instagram society dove la conta dei follower è ormai condizione indispensabile per emergere in tutti i settori. Andando per gradi, partendo dalla tv italiana, possiamo dire che chi era giovane nel 2021 sembra già invecchiato o comunque volto troppo esposto. Il caso di Alessandro Cattelan, ad esempio, è paradigmatico, ma soprattutto non assisteremo più al fenomeno degli over over diventati di moda soprattutto nelle hit musicali estive. Parliamo di Orietta Berti, Iva Zanicchi, Gianni Morandi e anche di un certo Jovanotti che ha siglato alcuni dei successi della scorsa stagione e che ora, dopo una possibile ospitata al Sanremo 2022, dovrà rifarsi il look per non rischiare di venire superato in curva dai Millennium.

La conduzione

Tornando alla tv, la generalista affida la conduzione di format più o meno riusciti a cantanti (Anna Tatangelo), attrici (Serena Autieri) e giornaliste (Francesca Fagnani) ma ci si interroga sui nuovi volti dello spettacolo sui quali la televisione nostrana dovrebbe o potrebbe puntare nel 2022. La situazione non è molto esaltante. I pochi big si dividono i pochi titoli "sicuri" mentre i posti in piedi sono tanti anche per i nomi di richiamo, da Alessia Marcuzzi a Caterina Balivo, passando per Elisa Isoardi.

Va comunque segnalato un certo movimento nel girone delle ‘nuove leve’. Se Aurora Ramazzotti a 25 anni anche dopo il flop di Mystery Land, può continuare ad essere un volto importante, i debutti di Giulia De Lellis e Ludovico Tersigni alla conduzione lasciano grandi speranze. Completano il quadro due personalità assai diverse come quelle di Valerio Lundini (l’unico "giovane" ad avere un programma in tv che porta il suo cognome) e di Tommaso Zorzi, spremutissimo nel periodo subito successivo alla sua vittoria al Gf Vip e adesso più low profile. Senza dimenticare Emanuela Fanelli, che ha stupito una volta in più nella serata celebrativa dei 60 anni di Rai2.

Caso a parte quello di Pierpaolo Pretelli, il quale dopo la positiva esperienza a "Tale e quale show" è stato lanciato da Mara Venier a Domenica In. Un altro nome buono per il 2022 potrebbe essere allora quello di Paola Di Benedetto. Vincitrice del Grande Fratello Vip 4 e speaker di Rtl 102.5, ha ben figurato alla guida di "Power Hits Estate" su Tv8 e di "Hot Factor" su Sky, mostrando ottime potenzialità per l’immediato futuro. La svolta per lei dovrà essere un ritorno di qualità sulla tv generalista che l’ha lanciata (prima del Gf Vip era diventata popolare per il ruolo di Madre Natura a "Ciao Darwin").

Occhio anche a Nicole Rossi, ex de "Il Collegio" e di "Pechino Express", fresca di ingaggio in "Skam Italia", la serie cult tra i più giovani, a Jody Cecchetto (figlio di Claudio), gamer e speaker di Radio Zeta, e a Tommaso Cassissa, tiktoker (TommyCassi) approdato su Boing. Da non perdere d'occhio neanche Giulia Stabile, la ballerina vincitrice della scorsa edizione di Amici, che Maria De Filippi ha portato anche a "Tu sì que vales". 

Tra le scommesse del 2022 c'è anche Cecilia Cantarano che, nata sul web, è una delle più giovani presenti nella gallery di ipotetiche future conduttrici televisive: nonostante la giovane età e le poche esperienze sul piccolo schermo, la content creator ha già dimostrato di avere tutte le carte in regola per sfondare nel mondo dello showbiz. Cecilia Cantarano, infatti, è stata spesso ospite di Stefano De Martino nel suo "Step – Stasera tutto è possibile" conquistando il cuore di milioni di italiani.
Anche lei, con molto studio e dedizione, potrebbe trasformarsi in un volto interessante per la televisione: è carismatica, eclettica, sa ballare e cantare e soprattutto parla alla cosiddetta generazione Z, una fetta di pubblico che lentamente si sta allontanando sempre di più dal piccolo schermo. Potrebbe dunque essere fondamentale per il rilancio di una rete come Rai 2 .

Sanremo

E parlando di giovani promesse, non si possono non citare i tre giovani che parteciperanno all'edizione 2022 di Sanremo. Amadeus ha deciso di far salire a 25 il numero definitivo dei cantanti in gara al Festival di Sanremo 2022. Oltre ai 22 Big già annunciati, nella gara, che è andata in onda su Rai 1 dal Teatro del Casinò della cittadina ligure, sono stati scelti infatti 3 ragazzi che gareggeranno con i colleghi più famosi dall’1 al 5 febbraio. Al primo posto si è classificato Yuman. Seguito da Tananai e Matteo Romano. Nessuna donna tra le prime tre. E tra i finalisti che si sono esibiti sul palco del Casinò di Sanremo, ci sono anche: Bais (Che fine mi fai), Martina Beltrami (Parlo di te), Destro (Agosto in piena estate), Esseho (Arianna), Littamè (Cazzo avete da guardare), Oli? (Smalto e tinta), Matteo Romano (Testa e croce), Samia (Fammi respirare), Senza_Cri (A me), Tananai (Esagerata), Vittoria (California), Yuman (Mille notti).

Il film

Per quanto riguarda il cinema, da non perdere sarà il film "Licorice Pizza", di Paul Thomas Anderson con Bradley Cooper, Ben Stiller, Sean Penn, Skyler Gisondo, Maya Rudolph.
Nel 1973, nella San Fernando Valley nei pressi di Los Angeles, un ragazzo quindicenne già attore in carriera incontra una fotografa venticinquenne. La loro singolare storia d’amore passa per il mondo del cinema e il ragazzo è vagamente ispirato alla vita di Gary Goetzman, giovane attore poi divenuto producer. Sean Penn interpreta una sorta di William Holden, mentre Bradley Cooper è il produttore e compagno di Barbra Streisand, Jon Peters. I protagonisti, ed eccoci ai nuovi volti,  sono gli esordienti Cooper Hoffman e la musicista Alana Haim. Alla regia c’è il grandissimo Paul Thomas Anderson, che molto ha lavorato sia con la band delle Haim, sia con il padre di Cooper Hoffman, il compianto Philip Seymour Hoffman. Il titolo è un modo di dire inglese per indicare i 33 giri.

La star

Se dobbiamo puntare su un nome tra cinema e serie tv, la scelta cade sicuranmete su Zendaya. La giovane attrice di Oakland in California, 25 anni, ha davanti a sè una prateria sconfinata di possibili successi. Nel 2016, Zendaya ha segnato l’esordio a livello cinematografico, prendendo parte al film "Spider-Man: Homecoming" distribuito a luglio 2017. Il film ha incassato 117 milioni di dollari nel suo primo week-end, classificandosi al primo posto al botteghino. Zendaya è stata anche co-protagonista dell’acclamato musical "The Greatest Showman", distribuito il 20 dicembre 2017, al fianco di Hugh Jackman e Zac Efron. Nel 2019 ha ripreso il ruolo di Michelle in "Spider-Man: Far from Home", sequel di "Homecoming" e dal 2019, l’attrice segna il suo riconoscimento internazionale con la serie di HBO "Euphoria", per la quale veste i panni della protagonista Rue Bennett. La sua interpretazione le vale numerosi riconoscimenti, fra cui il suo primo Premi Emmy nel 2020. Nello stesso anno prende parte alla trasposizione cinematografica di "Dune", diretta da Denis Villeneuve, e figura tra i protagonisti del bellissimo "Malcolm & Marie" con John David Washington, film diretto da Sam Levinson e girato durante la pandemia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA