ROMA

Anna Tatangelo e Gigi D'Alessio: a passo di danza uno show per la vita

Mercoledì 28 Novembre 2018 di Maria Serena Patriarca
Gigi D'Alessio

Parata di star del mondo del cinema, del teatro, della tv, della canzone: se la solidarietà chiama, impossibile tirarsi indietro. Completamente sold out, il teatro in piazza Gentile Da Fabriano, per la serata charity Un Respiro per la Vita, presentata da Lorella Cuccarini con Pippo Baudo e Rita Dalla Chiesa. Sul palco si alternano, in una girandola di musica e performance, Maria Grazia Cucinotta, Michele Zarrillo, Samuel Peron, Danilo Rea, Samanta Togni, Ainè, Giorgio Borghetti. Il ricavato dello show di beneficenza andrà a sostegno del progetto di ricerca e prevenzione del tumore al polmone (che rappresenta attualmente la prima causa di morte per cancro in Italia) dell'Università Campus Bio-Medico di Roma, promosso dal professor Pierfilippo Crucitti.

Anna Tatangelo dona il premio Celebrity Masterchef al Bambino Gesù: devoluti 50 mila euro
 

 

Applausi anche per Gabriella Germani, Chiara Taigi, Gigi D'Alessio, Chiara Francini, Anna Tatangelo, Chiara Civello e la Banda Musicale della Polizia di Stato. «L'iniziativa Un Respiro per la Vita, a cui partecipo da diverse edizioni, è in tanti casi l'unica speranza per chi non ha le possibilità economiche per sottoporsi ad uno screening che possa individuare in tempo il tumore. Con i proventi della serata si salvano davvero molte persone», afferma emozionata Rita Dalla Chiesa. Le fa eco Giorgio Borghetti, entusiasta di salire sul palcoscenico per una buona causa come questa: «Sono orgoglioso di essere qui stasera, con tanti altri artisti e tutti gli spettatori, per respirare insieme un'aria di prevenzione e speranza!» Ci vuole infatti il tempo di un respiro, solo sei secondi, per accertare con gli strumenti diagnostici più avanzati lo stato dei propri polmoni dopo anni di sigarette: sapendo che individuare in tempo un tumore polmonare significa, nel 90% dei casi, salvare la vita.

Per evidenziare l'importanza degli screening nella lotta al tumore polmonare il professor Crucitti sottolinea che «ad oggi al Campus Bio-Medico, grazie alla generosità di molti che hanno partecipato alla manifestazione, abbiamo sottoposto a TC spirale e successiva visita specialistica, gratuitamente, 4300 pazienti riuscendo a salvare da morte certa 77 persone, e molte altre saranno le vite che salveremo nei prossimi anni continuando a seguirli». Ogni settimana il Campus metterà a disposizione 16 indagini con TAC Spirale a basso dosaggio, l'esame diagnostico più avanzato oggi a disposizione per questo tipo di problematica.

Ultimo aggiornamento: 15:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma