ROMA

La “Notte europea dei ricercatori” torna il 27 settembre con 400 eventi in tutta Italia, preceduta dalla Settimana della scienza

Venerdì 6 Settembre 2019
La scienza si prepara a invadere l'Italia con circa 400 eventi sparsi tra tutte le regioni: torna anche quest'anno il 27 settembre la Notte europea dei ricercatori coordinata da Frascati Scienza per avvicinare giovani, adulti e bambini alle meraviglie della scienza e della ricerca. È online una prima parte del programma di eventi della Settimana della scienza (dal 21 al 28 settembre): sette giorni di iniziative di divulgazione scientifica, fra esperimenti interattivi, visite ai laboratori, incontri con ricercatori, conferenze, giochi, spettacoli, aperitivi scientifici e molto altro. La Settimana culminerà venerdì 27 settembre con la Notte europea dei ricercatori, il grande evento promosso dalla Commissione europea che si svolgerà in contemporanea in tutta Europa con migliaia di eventi. Saranno i citizen scientist il motore della nuova edizione perché dalla collaborazione tra ricercatori e cittadini possono arrivare nuovi spunti per cercare soluzioni ai grandi problemi della società.

Frascati Scienza, oltre a coordinare tutte le attività di Roma e dell'area tuscolana, sarà presente in moltissime città da nord a sud. Il progetto coordinato da Frascati Scienza è realizzato con il supporto della Regione Lazio, del Comune di Frascati e dell'Ente Parco Regionale Appia Antica. I temi delle numerose attività in programma quest'anno (la 14ma edizione organizzata da Frascati Scienza) spaziano dalle biotecnologie alla cybersecurity, dalla fisica delle particelle alla chimica, dalle tecnologie per la conservazione dei beni culturali alla cosmologia e come sempre saranno sviluppate in format di ogni tipo e per ogni età, con mostre, esperimenti didattici, visite guidate, conferenze e molto altro.

Tra le iniziative da segnalare, a Matera l'Istituto superiore per la conservazione e il restauro farà conoscere da vicino le tecniche di indagine e conservazione per i beni culturali.  A Pompei gli archeologi faranno da guida nelle camere climatizzate in cui si conservano oltre 3.500 reperti antropologici, botanici, mineralogici, zoologici e tessuti. Numerosi gli appuntamenti sparsi nel Lazio. Un anticipo di ciò che avverrà a Frascati è fornito dall'Esa: sessioni divulgative con scienziati, simulatori Apollo, laboratori scientifici per piccoli e visite al Centro interattivo dell'Osservazione della Terra e il planetario sono soltanto una parte delle attività proposte. Ad Ariccia si potrà visitare il villino del grande matematico Vito Volterra, a Gaeta saranno presenti laboratori didattici e l'installazione
Il giardino delle rotelle mancanti per riflettere sulle capacità dell'uomo di influenzare il destino delle altre specie del pianeta.

A Roma laboratori didattici rivolti ai più piccoli per scoprire il mondo dell'economia e della finanza ideati da Explora, il Museo dei Bambini di Roma e dall'Università degli studi di Roma Unitelma Sapienza. Decine di attività all'Istituto nazionale per le malattie infettive  Spallanzani dedicate, ad esempio, alla lotta ai super batteri, a scoprire come diventare microbiologi per un giorno. All'Università degli studi di Tor Vergata sarà possibile viaggiare nel tempo fino alla protostoria in compagnia di un gruppo di archeologi. All'orto botanico si potrà passare la serata con una visita del giardino e con il cinema all'aperto. Tantissime iniziative anche all'Università degli studi Roma Tre, con passeggiate all'aperto come quelle tra i reperti del Circo Massimo, lungo le sponde del Tevere e tra le strade della Garbatella, ma anche osservazioni al telescopio con Speak Science.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma