“Donne, teologia, potere e spiritualità”: all'Accademia nazionale dei Lincei oggi la nuova edizione di "Dialoghi a Spoleto"

“Donne, teologia, potere e spiritualità”: all'Accademia nazionale dei Lincei oggi la nuova edizione di "Dialoghi a Spoleto"
di Valeria Arnaldi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Ottobre 2021, 21:24

“Donne, teologia, potere e spiritualità”. Questo il tema della nuova edizione - la quarta - di  “Dialoghi a Spoleto”, manifestazione sull’empowerment femminile ideata e curata da Paola Severini Melograni e dal comitato scientifico dei Dialoghi di Spoleto, che si terrà domani all’Accademia dei Lincei di Roma. «Il nostro obiettivo - spiega Paola Severini Melograni - è fare in modo che non si verifichino altre tragedie come quelle di Saman. Vogliamo fare qualcosa di pratico. Ci sono molte ragazze in famiglie islamiche che vivono in Italia e tante le perdiamo, spariscono da scuola e tornano in Marocco, in Tunisia e via dicendo. Questi accadimenti toccano tutte noi».

Il programma della giornata di incontri è articolato. Si apre con i saluti istituzionali del Presidente dell’Accademia dei Lincei Roberto Antonelli. E si prosegue con il videomessaggio della Presidente della Repubblica del Kosovo, Vjosa Osmani. Un momento fondamentale della giornata. «Il nostro esempio è proprio la presidente del Kosovo che, nel suo Paese, ha offerto accoglienza alle ragazza afghane. Le sue parole colpiscono», dice Paola Severini Melograni. 

«Come Presidente della Repubblica del Kosovo, una donna Presidente - dice Vjosa Osmani nel suo messaggio - la seconda donna nel ruolo nella nostra Storia di 14 anni come paese indipendente, mi sveglio ogni mattina con chiaro in mente il ruolo che posso giocare ed il potere che ho nel sviluppare cambi positivi, per il bene del mio paese. Sono qui oggi non solo per via del mio lavoro, ma soprattutto grazie al lavoro ed alla determinazione delle donne di generazioni precedenti e le donne che mi hanno preceduto, che hanno gettato le basi per noi, le donne di oggi». La parola chiave dell’intervento è “cambiamento”. «Solo quando le ragazze e le donne intorno a noi staranno meglio, che anche noi e le nostre società staremo meglio», prosegue la Presidente.

Nel programma della giornata, anche gli interventi dell’Ambasciatrice della Repubblica del Kosovo in Italia, Lendita  Haxhitasim, di Candia Marcucci dell’associazione Amici di Spoleto e di Raffaella Di Castro, per Ucei nazionale.

Il primo panel, da cui prende il titolo l’evento, vedrà intervenire Irene Kajon, docente di Antropologia Filosofica  alla Sapienza di Roma e di Pensiero e Religione  ebraici alla Pontificia Università Lateranense, nonché IlhamAllah Chiara Ferrero, della Comunità Religiosa Islamica Italiana (COREIS), Letizia Tomassone, pastora Chiesa Valdese di Firenze, Lucia Vantini, presidente coordinamento Teologhe Italiane.  Modererà Maria Rita Cerimele, Movimento dei Focolari.

Il secondo momento di confronto sarà dedicato al “Gender gap, questione di pari riconoscimento economico legale e di tutela”. A prendere la parola saranno Elena Bonetti, ministra per le pari opportunità e della famiglia,  e Maddalena Boffoli, avvocato dell’anno 2019 e 2020.

Ad aprire il pomeriggio sarà l’omaggio a Giosetta Fioroni.

Poi, in programma, il messaggio di Natalia Aspesi: donne e media nella tragedia di quella parte del mondo  musulmano in conflitto con il genere femminile.

Aprirà il panel Stefania Giannini in collegamento da Parigi. Former Ministro della Pubblica  Istruzione e Vice Direttore Generale dell'UNESCO

Seguirà “Donne e media: come i giornali raccontano le donne di oggi e il loro mondo  tra femminismo di nuova generazione, inclusione, buone intenzioni, nuove preoccupazioni  ed eterno cinismo del marketing”. Le “voci” di questo panel saranno la scrittrice Lara Cardella, Aurora Nicosia direttrice di Città Nuova, Marcelle Padovani giornalista del Nouvel Observatour e Valeria Palermi direttrice di "D di Repubblica". Modererà la stessa Paola Severini Melograni.

L’ultimo panel sarà su “L’immagine della donna nelle fiction italiane”  e vedrà prendere la parola Maria Pia Ammirati, direttrice Rai Fiction, e Steve Della Casa, Hollywood party Rai - Radio 3. Seguirà una Lettura di Sabina Ciuffini sul potere simbolico e pragmatico delle sante  cattoliche siciliane Agata, Rosalia e Lucia, interpretata da Ilaria Ceccarelli , Iaia Forte e Mascia Musy.

A chiudere il pomeriggio sarà un video-ricordo di Elena Iannotta Malagodi, cui è dedicata la giornata di incontri, alla quale è stato invitato anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. A sottolineare l’importanza dell’occasione, un messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA