Covid, morto Abraham J. Twerski: il rabbino psichiatra che spiegava la vita con Charlie Brown

Covid, morto Abraham J. Twerski: il rabbino psichiatra che spiegava la vita con Charlie Brown
2 Minuti di Lettura
Sabato 6 Febbraio 2021, 20:29

Spiegava i problemi della vita con le rassicuranti vignette di Charlie Brown. Lo psichiatra, scrittore e rabbino statunitense Abraham J. Twerski, autorità internazionale nel campo della disintossicazione dalle dipendenze e autore noto per una serie di libri divulgativi in cui indica il modo migliore per affrontare la vita e le sue innumerevoli complicazioni utilizzando i Peanuts, i fumetti di Charles Monroe Schulz, è morto all'età 90 anni a Gerusalemme per le complicazioni da Covid. La notizia della scomparsa,
avvenuta domenica 31 gennaio, è stata resa nota dal "New York Times". Twerski si era trasferito in Israele da diversi anni, dopo aver vissuto e lavorato a lungo a Pittsburgh.

Covid, le conseguenze per oltre la metà dei pazienti sono depressione, ansia e insonnia

Tra i suoi libri pubblicati in italiano, da Mondadori sono usciti "Sveglia, Charlie Brown! Come affrontare gli alti e i bassi della vita con i Peanuts", "Parliamone, Charlie Brown! Come sopravvivere alla propria famiglia con l'aiuto dei Peanuts" e "Su con la vita, Charlie Brown! Come affrontare i problemi di ogni giorno con l'aiuto dei
Peanuts". Avvalendosi delle strisce disegnate da Schulz, Twerski evidenzia come nei Peanuts si mettano in scena importanti dinamiche psicologiche in maniera così semplice e immediata da dissimulare l'efficacia del loro impatto. La saggezza e il buon senso di fondo che permeano le storie dei fumetti sono ciò di cui spesso «abbiamo bisogno per vedere noi stessi sotto una nuova luce e trovare il modo migliore per affrontare gli alti e i bassi della vita. Sempre, naturalmente, con il sorriso sulle labbra».

Morto Lee Mendelson, il produttore dei famosissimi Peanuts: da tempo lottava contro il cancro ai polmoni

Nato a Milwakee, nel Wisconsin, il 6 ottobre 1930, Abraham Joshua Twerski ha insegnato all'Università di Pittsburgh. È stato per venti anni direttore clinico del Dipartimento di Psichiatria del St. Francis  Hospital di Pittsburgh ed ha fondato e diretto il Gateway Rehabilitation Center sempre a Pittsburgh, uno dei più rinomati centri per la lotta alle dipendenze da alcool, droga, fumo e altre sostanze nocive. È autore di una quarantina di libri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA