Mantova, il Festivaletteratura si reinventa al tempo della pandemia

Martedì 7 Luglio 2020
Il Festivaletteratura riparte da zero. Eventi dal vivo e in streaming all'interno della città, l'apertura di una radio del festival, la pubblicazione di un almanacco, la creazione di contenuti speciali per il web: la ventiquattresima edizione di Festivaletteratura di Mantova si terrà dal 9 al 13 settembre e a causa della pandemia da coronavirus è stata «reinventata» rispetto al passato.

Festivaletteratura chiude con 122.500 presenze: poco più del 2018

Tra gli oltre cento ospiti attesi dal vivo a Mantova figurano gli scrittori Alessandro Barbero, Gianrico Carofiglio, Javier Cercas, Marcello Flores, Marcello Fois, Giorgio Fontana, Carlo Lucarelli, Claudio Magris, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Melania G. Mazzucco, Daniele Mencarelli, Pier Vincenzo Mengaldo, Carlo Ossola, Katherine Rundell, Chiara Valerio, Alessandro Vanoli, Sandro Veronesi. Lo scrittore israeliano David Grossman sarà il protagonista dell'evento di chiusura della kermesse.

Il Salone del Libro aspetta l'autunno e intanto va sul web: edizione Extra dedicata al virus

Gli organizzatori hanno ideato una manifestazione «a quattro piste», ovvero quattro spazi di incontro e partecipazione, «autonomi e interconnessi, capaci di garantire ad autori, lettori e amici del Festival di essere comunque presenti, secondo la propria sensibilità e nonostante i limiti agli spostamenti, e di accogliere anche chi del festival non aveva mai sentito parlare».

La città di Mantova resta il primo degli «spazi» dell'edizione 2020, ma in una situazione di norme di distanziamento e di numeri massimi consentiti, il programma «dal vivo» sarà ridotto di un terzo rispetto a quello dello scorso anno. Tra le sedi degli appuntamenti piazza Castello, Palazzo San Sebastiano e il Chiostro del
Museo Diocesano.

 

«Piazza balcone» è uno dei nuovi format inseriti nel programma "in presenza" 2020, portando gli autori nei cortili interni ai grandi condomini, strade e slarghi, parcheggi interni. Finestre, balconi, ballatoi delle case saranno i palchetti e le logge da cui assistere all'evento. Tra i protagonisti delle arene di Piazza balcone ci
saranno Fabio Genovesi, Michela Murgia, Anna Osei, Lorenzo Marone e Bruno Gambarotta, Carlo Lucarelli e Marco Malvaldi, Luca Crovi e Alessandro Bergonzoni.

Il comitato organizzatore lancia anche una campagna di raccolta fondi dallo slogan «Il Festival lo facciamo insieme». Dalla pagina www.festivaletteratura.it/sostieni si potrà contribuire alla campagna attraverso una libera offerta, che verrà progressivamente «premiata» con vari omaggi in base alla sua entità. Per raggiungere anche chi non potrà esserci nasce in questa occasione Radio Festivaletteratura: dodici programmi più un giornale radio in onda tre volte al giorno, oltre settanta ospiti presenti 'in vocè dall'Italia e dal mondo,
cinquantacinque ore complessive di trasmissione. © RIPRODUZIONE RISERVATA