Firenze, scelta la cinquina della XIV edizione del Premio Gregor von Rezzori: si svolgerà online dal 26 al 28 maggio

Giovedì 14 Maggio 2020
Gregor von Rezzori
Scelta la cinquina della XIV edizione del Premio Gregor von Rezzori - Città di Firenze dedicato alla narrativa straniera tradotta in italiano. Si tratta di Rawi Hage con «Il gioco di De Niro» (Playground, traduzione di Anna Tagliavini), Khaled Khalifa con «Morire è un mestiere difficile» (Bompiani, traduzione di Maria Avino), Philippe Lançon con «La traversata» (Edizioni E/O, traduzione di Alberto Bracci Testasecca), Richard Powers con «Il sussurro del mondo» (La Nave di Teseo, traduzione di Licia Vighi), Samanta Schweblin con «Kentuki» (Sur, traduzione di Maria Nicola). I finalisti sono stati scelti dalla giuria composta da Beatrice Monti della Corte, vedova dello scrittore Gregor Von Rezzori (1914-1998), Ernesto Ferrero (presidente), Andrea Bajani, Andrea Landolfi, Alberto Manguel, Maylis de Kerangal e Edmund White. Il premio per la migliore traduzione in italiano è stato assegnato da Andrea Landolfi a Monica Pareschi per la traduzione di «Cime Tempestose».

I vincitori si sarebbero dovuti ritrovare a Firenze dal 26 al 28 maggio per una serie di incontri con i lettori e con i loro traduttori, al termine dei quali durante una cerimonia a Palazzo Vecchio sarebbe stato proclamato il vincitore. «Purtroppo quest'anno a causa delle drammatiche circostanze che hanno toccato tutti il premio si svolgerà solo online, un modo per riaffermare ancora una volta il valore della letteratura», dichiara Beatrice Monti. Sarà possibile seguire il Festival sul sito www.cinemalacompagnia.it, la Casa del Cinema della Regione Toscana a Firenze e sui canali social del Premio. 

Il Premio, riservato ad autori esteri tradotti in italiano, è stato fondato nel 2007 per ricordare Gregor von Rezzori, scrittore mitteleuropeo, autore di romanzi e memorie. Inoltre quest'anno ricorre il ventennale della Fondazione Santa Maddalena, istituita nel 2000 da Beatrice Monti della Corte presso la propria abitazione a Donnini nel Valdarno fiorentino, in cui si era trasferita nel 1967 con il marito. Proprio in questa casa ha scritto senza sosta e con grande felicita, speso ospitando i suoi colleghi, fino al 1998, anno della sua morte. La Fondazione Santa Maddalena ospita periodicamente scrittori da tutte le parti del mondo come residenza letteraria e organizza dal 2007 il Premio Gregor von Rezzori - Città di Firenze, un festival di letteratura internazionale che promuove l'incontro tra scrittori di opere di letteratura contemporanea in primo piano, traduttori e il pubblico italiano.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani