Fai, Palazzo della Rovere a Roma e il Parco dei Cinque Continenti a Pontinia tra le aperture del 23 e 24 marzo

Giovedì 21 Marzo 2019
Il Parco dei Cinque Continenti a Pontinia
Guardare le bellezze italiane come non lo abbiamo mai fatto: sabato 23 e domenica 24 marzo si rinnova l'appuntamento con le Giornate di primavera del Fai, il Fondo Ambiente Italiano, giunto ormai alla 27ª edizione, che quest'anno vedrà protagonisti 1.100 luoghi aperti in 430 località in tutte le regioni. Ecco alcuni esempi delle aperture più interessanti a Roma e nel Lazio. Nel cuore di Campo Marzio si trova Palazzo Firenze, testimonianza delle trasformazioni rinascimentali della città grazie all’intervento di Bartolomeo Ammannati, circondato da un delizioso giardino all’italiana e noto soprattutto per la Loggia del Primaticcio affrescata da Prospero Fontana. Oggi il palazzo è sede della Società Dante Alighieri. Affacciato su via della Conciliazione, invece, sorge Palazzo della Rovere, con il suo sorprendente ciclo pittorico del Pinturicchio, oggi sede dell'Ordine dei Cavalieri del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Ancora a Roma, il Palazzo della Consulta, in Piazza del Quirinale, è un edificio patrizio cinquecentesco: durante le Giornate Fai si potranno visitare diversi ambienti del piano nobile solitamente inaccessibili, come la Sala delle Udienze, la Sala del Presidente e la Camera di Consiglio. Nel corso della visita gli Apprendisti Ciceroni leggeranno alcuni principi fondamentali della Costituzione, come gli articoli 8, 9 e 10, che proclamano la libertà di culto, la tutela del patrimonio artistico e architettonico, la garanzia di asilo per lo straniero. A due passi da lì la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, scrigno di tesori cinquecenteschi, come lo sfarzoso soffitto ligneo a lacunari dorato e dipinto o la Cappella Bandini con i tondi affrescati dal Domenichino.

Per chi volesse fare una gita fuori porta, merita una visita il Parco dei Cinque Continenti a Pontinia (Latina) , con ingresso esclusivo per gli iscritti Fai. Capolavoro botanico firmato da Antonio Aumenta, il parco raccoglie una ricchissima collezione di piante giganti e rarissime, frutto di anni di ricerche in Italia e nel mondo: si snoda in un susseguirsi di paesaggi, boschetti, radure con torrenti, laghi o cascatelle, deserti, foreste, composizioni di fiori colorati e profumi esotici: trattandosi di proprietà privata, è normalmente chiuso al pubblico. Sempre in provincia di Latina si potrà visitare l'area archeologica di Privernum riaperta l'estate scorsa dopo 10 anni di lavori: visibili alcune domus di età repubblicana con pavimenti musivi, i resti di un teatro e un edificio termale. A Viterbo invece verrà proposta l’apertura di tre importanti dimore storiche: Palazzo Gallo, situato nel borgo medioevale di Bagnaia, edificato intorno al 1520 dalla famiglia romana omonima; Palazzo dei Priori, realizzato sotto il pontificato di Sisto IV della Rovere, che sin dalle sue origini ha assolto la funzione di sede di governo cittadino, Palazzo di Vico, legato alle plurisecolari vicende della famiglia dei Prefetti di Vico, di cui si potranno visitare anche i sotterranei utilizzati come rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma