Il Diario dei pensieri di Mariantonietta Ippolito

Giovedì 10 Maggio 2018
Il Diario dei pensieri di ​Mariantonietta Ippolito
Cesellatrice di parole e pensieri, in un piccolo borgo chiamato Rocchetta, nell’entroterra dell’Italia meridionale, a 630 metri dal mare e meno dal cielo, un’autrice di nome Mariantonietta Ippolito dà vita a una raccolta che si prefigge la volontà di arrivare sino a Firenze. E’ una raccolta di carta, come quelle che si leggevano prima dell’avvento del digitale; una raccolta in cui tutti possono immergersi, riflettere, ritrovarsi. Ci sono molti pensieri scritti ad alta voce, ci sono le confusioni e le fragilità di una donna che narra le intimità rosa nelle loro quotidianità.

La raccolta trasmette una bella serenità e nasconde una seria e ammirevole intenzione: arrivare a Firenze. Ma perché poi Firenze? Firenze è lontana dal Sud e molto più disordinata di un grazioso borgo. A Firenze, tra le tante bellezze, ce n’è una più bella delle altre, meno storica ma molto efficiente, si chiama Ospedale pediatrico Meyer. Qui, in questo luogo di speranze, vuole approdare l’idea letterale promossa da Mariantonietta e l’Associazione Culturale Luna Nera, per contribuire, coi proventi delle vendite, alla realizzazione di progetti ospedalieri. E’ il caso di scrivere: Questo libro serve!... Già! Serve! Serve a dedicarsi una buona lettura con le nuance della carta, serve a scartabellare le forme astratte delle donne e sicuramente servirà ai piccoli del Meyer. Il libro lo trovate sul sito dell’Associazione: http://www.associazionelunanera.it/index.php

  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il pugno di ferro di Papa Francesco sui vescovi americani

di Franca Giansoldati