Da Messner a Malika Ayane, la cultura “sale in quota"

Mercoledì 10 Aprile 2019
Malika Ayane
Centocinquanta eventi, tra presentazioni di libri, mostre, seminari ed attività in ambiente, con ospiti d'eccezione come il re degli Ottomila Reinhold Messner, il fortissimo alpinista Hervé Barmasse e il velista Giovanni Soldini, il cantante Luca Barbarossa, il filosofo Vito Mancuso, gli esploratori Tamara Lunger e Hans Kammerlander e lo scrittore Paolo Cognetti.

Sono alcuni degli ospiti e degli eventi della 67/a edizione del Trento Film Festival dal 27 aprile al 5 maggio, la più antica rassegna al mondo di cinema e culture di montagna. Ad aprire la programmazione cinematografica, l'anteprima internazionale di Amundsen, la spettacolare biografia kolossal di produzione norvegese, diretta dal regista candidato all'Oscar nel 2012, Espen Sandberg.

Il paese ospite sarà il Marocco:
Destinazione? Marocco metterà al centro questo paese africano dalla storia antica, con un patrimonio culturale ricchissimo, frutto di millenni d'incontri e relazioni tra culture e civiltà diverse. Oltre ad un programma di film e documentari ambientati tra le montagne e i deserti marocchini, porteranno a Trento un po' di questo caleidoscopio culturale la cantante Malika Ayane e Mohammed Al Achaari, poeta, giornalista e uomo politico marocchino, Ministro della Cultura dal 2002 al 2007.

Il Festival non poteva ignorare il disastro che ha colpito le montagne dolomitiche l'autunno scorso, con milioni di alberi abbattuti dal maltempo. È stato quindi creato un programma cinematografico speciale, in collaborazione con la Fondazione Dolomiti Unesco (con il contributo dei Fondi Comuni di Confine), dal titolo «Amici fragili»: cinque documentari (e un cortometraggio) che vedono protagonisti il legno, gli alberi e i boschi oggi, alla prova dello sfruttamento intensivo, del disboscamento, degli incendi, dei fenomeni naturali.

Nella cornice della 67/a edizione, il Club alpino italiano, socio fondatore del Trento Film Festival, presenterà il progetto del Sentiero Italia: 6.880 km per incontrare, con un solo cammino, le molte culture e bellezze del nostro Paese, attraverso 6 siti naturali Unesco, 20 regioni e 360 comuni italiani. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quest'anno vado in vacanza con Suburra e il re della notte

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma