Corto Maltese sbarca al Mann di Napoli: in mostra tavole, schizzi e fotografie

Mercoledì 24 Aprile 2019
Il più affascinante e misterioso dei marinai approda al Museo Archeologico di Napoli. Intitolata Corto Maltese. Un viaggio straordinario e aperta al pubblico dal 25 aprile al 9 settembre, la mostra dedicata al maestro del fumetto mondiale Hugo Pratt (1927 - 1995) è organizzata da Comicon con Patrizia Zanotti. Circa 100 i pezzi tra tavole, schizzi, fotografie e ingrandimenti in un suggestivo percorso nel mondo di un personaggio solitario, ramingo, condottiero, imprevedibile e arguto nelle sue battute. Allestita nelle sale che custodiscono reperti archeologici legati al mare, la mostra (patrocinata dal Comune di Napoli e realizzata in collaborazione con Rizzoli Lizard) fa parte del progetto Obvia dell'Università di Napoli Federico II per il MANN e rientra nella sinergia tra museo e Comicon per intercettare le passioni ed i gusti dei più giovani.

«L'esposizione, la prima così completa che la città dedica a uno dei più grandi fumettisti mondiali e alla sua graphic novel dallo spessore letterario, fa parte di un percorso di eventi, tra il Mann e i Campi Flegrei, verso
Thalassa. Mare, mito, storia ed archeologia - spiega il direttore dell'Archeologico di Napoli,Paolo Giulierini - una grande mostra che stiamo preparando dedicata all'archeologia subacquea del Mediterraneo». Alla mostra è abbinato il catalogo con approfondimenti di esperti del fumetto e dell'opera di Pratt, sul rapporto di Corto Maltese con il mare, le donne e i viaggi. Analizzati i legami che Pratt ha avuto non soltanto con i suoi maestri ispiratori (tra questi, Milton Caniff e Will Gould), ma anche con il mondo del cinema; focus, ancora, sulla biografia dell'artista, narrando le sue avventure in giro per il mondo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in campo per Sara tre anni dopo la tragedia

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma