Esposto alla Procura di Firenze: salvate il Castello di Sammezzano

Esposto alla Procura di Firenze: salvate il Castello di Sammezzano
2 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Dicembre 2018, 15:22

Finisce in Procura il più importante esempio di architettura “orientalista” in Italia, uno dei più prestigiosi edifici d'Europa realizzati in stile moresco nel XIX secolo (per volontà del marchese Ferdinando Panciatichi Ximenes d'Aragona). Con l'obiettivo di salvare dal degrado il Castello di Sammezzano, nel comune di Reggello (Firenze), è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze. L'esposto è firmato da Francesco Esposito, fondatore e portavoce del movimento civico Save Sammezzano e riguarda la situazione di degrado in cui versa da anni. Il Castello di Sammezzano, che non riesce a trovare un padrone con le aste che vanno deserte (l'ultima partiva da 16 milioni di euro), si estende su circa 5.500 metri quadri ed è circondato da un grande parco nella frazione di Leccio.

Attraverso l'esposto, la Procura fiorentina è stata messa a conoscenza della situazione «di deterioramento e semi abbandono di Sammezzano, nonostante quest'ultimo sia assoggettato al Codice dei beni culturali e del paesaggio, che ne impone la protezione e la conservazione.
Protagonista di una campagna di sensibilizzazione prima nel suo genere, il complesso in cui nel 2015 Matteo Garrone girò alcune scene del film “Il racconto dei racconti”, è divenuto uno dei beni culturali italiani più amati e discussi negli ultimi due anni. Vincitore dell'ottavo censimento dei Luoghi del Cuore promosso dal Fai e Intesa Sanpaolo, unico sito italiano iscritto nella lista dei 12 beni culturali europei più in pericolo secondo Europa Nostra, argomento di 10 interrogazioni parlamentari, il Castello di Sammezzano è diventato anche un fenomeno mediatico con all'attivo oltre 450 servizi giornalistici e radiotelevisivi, oggetto dell'attenzione di centinaia di migliaia di cittadini che ne sostengono il recupero tramite i social network.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA