Banksy, all'asta da Christie's “Game Changer”, l'opera simbolo della pandemia: il ricavato al servizio sanitario inglese

Banksy, all'asta da Christie's “Game Changer”, l'opera simbolo della pandemia: il ricavato al servizio sanitario inglese
di Francesca Nunberg
3 Minuti di Lettura

L'opera di Banksy Game Changer”, simbolo della pandemia con il bambino che getta nel cestino i supereroi e gioca con il pupazzo di un'infermiera, sarà messa all'asta nella 20th Century Art Evening Sale di Christie's a Londra il 23 marzo, con una stima pre-asta di  2,5- 3,5 milioni di sterline (2,9-4 milioni di euro). Il 6 maggio scorso, durante la prima ondata di Covid19, un dipinto di Banksy è apparso nel Southampton General Hospital: il dono di Banksy all'ospedale arriva ora all'asta, come è sempre stata l'intenzione dell'artista. Una riproduzione rimarrà in vista per i futuri pazienti, visitatori e personale dell'ospedale. Intitolato Game Changer, l'originale sarà venduto e il ricavato andrà a beneficio del NHS, il sistema sanitario inglese. Fino ad ora, l'opera è stata vista direttamente solo dal personale medico di prima linea e da coloro che sono ricoverati in ospedale per le cure: l'asta segna la prima apparizione di Game Changer fuori dall'ospedale. L'opera sarà visibile ai passanti dalla finestra della Duke Street Gallery presso la sede di Christie's a Londra fino al 15 marzo. 

Un'asta bizzarra tra arte, moda e riciclo: lo stilista Virgil Abloh vende gli abiti di Damien Hirst “rivisti e corretti”

Nel dipinto Batman e Spiderman giacciono abbandonati in un cestino e il bambino scopre un nuovo idolo, appunto l'infermiera, vestita con la divisa della Croce Rossa, il cappellino al vento e le braccia aperte in volo. Quando venne scoperto nell'ospedale, l'opera di Banksy era accompagnata da un biglietto dell'artista che diceva: “Grazie per quanto state facendo, spero che questo possa illuminare almeno un po' questo posto anche se è solo in bianco e nero”. Forse non è il lavoro più originale di Banksy, ma senza dubbio un’opera emblematica degli ultimi mesi, segnati da crisi, incertezza e sfide continue. Gli eroi tradizionali, in questi termini, non servono più: Batman e Spiderman, nell’opera dello street-artist, vengono cestinati per lasciar spazio agli operatori sanitari, i nuovi idoli del bambino in bianco e nero.

Medici e benefattori del Policlinico di Milano diventano una maxi opera di street art

«Game Changer è un tributo universale a tutti coloro che in tutto il mondo combattono in prima linea in questa crisi - ha detto Katharine Arnold, co-responsabile dell'arte contemporanea e del dopoguerra da Christie’s  - È stato un faro di luce per il personale e i pazienti del Southampton General Hospital ed era desiderio dell’artista metterlo poi all’asta, con il ricavato a beneficio del servizio sanitario. Dobbiamo guardare oltre la pandemia e riflettere su tutti i simboli di forza e di speranza che abbiamo visto apparire nel mondo dall'inizio del 2020. L'opera di Banksy’s è stato un faro di luce per lo staff e i pazienti dell'ospedale. Da un altro punto di vista, il piccolo protagonista dell'opera che gioca con i suoi pupazzi, rappresenta l'altra faccia della pandemia, il focus sulle famiglie, gli amici, i propri cari». Rappresentato come l'illustrazione di un libro per bambini, Game Changer è una composizione monocroma salvo il dettaglio della croce rossa sulla divisa dell'infermiera, e cattura un momento di svago innocente, ìn cui il bambino sembra guardare oltre, sicuro che i veri supereroi sono quelli che camminano tra noi.

Martedì 9 Marzo 2021, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA