Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sono solo faraoni: ecco la vera storia sociale dell'antico Egitto

Sono solo faraoni: ecco la vera storia sociale dell'antico Egitto
1 Minuto di Lettura
Domenica 10 Marzo 2019, 19:59

Scrivere per la prima volta una storia sociale dall'Antico Egitto al di là dei fasti di faraoni e regine,
mettendo piuttosto al centro il popolo e le classi meno agiate. È questa la sfida del progetto di ricerca di interesse nazionale "Pharaonic Rescission" dell'Università di Pisa che si è appena aggiudicato un finanziamento di oltre 200mila euro dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

A ideare e proporre il progetto è stato Gianluca Miniaci del dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, uno dei due ricercatori under 40 in tutta Italia che è riuscito ad ottenere i fondi ministeriali per un progetto nella categoria "giovani" per il settore "Studio del passato umano: archeologia, storia e memoria".

«Ad oggi conosciamo solo una storia, quella dei faraoni e dell'élite, che ci hanno lasciato iscrizioni, testimonianze di grandi gesta, templi e tombe monumentali, tesori archeologici, tutti frammenti dei loro ricordi. Non sappiamo quasi nulla della gente comune che non ha potuto lasciare tracce così evidenti nella storia - racconta Gianluca
Miniaci - ora si tratta di scriverne una nuova, una che abbia come protagonista quella massa di popolazione invisibile fatta soprattutto di lavoratori, commercianti, agricoltori, ma anche persone benestanti e socialmente agiate, che non ricoprivano un ruolo politico rilevante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA