Venezia, sfilata di star per il premio Kineo: da Carolina Crescentini alla Cortellesi vince il cinema italiano e l'eleganza

Lunedì 5 Settembre 2016

Da Perfetti Sconosciuti a Lo chiamavano Jeeg Robot, da Marco Giallini ad Alessandro Borghi: il cinema italiano di questa stagione è premiato oggi a Venezia 73 con il Kineo-Diamanti al cinema, giunto alla sua 14/ma edizione, con Rocìo Muoz Morales, raggiante dopo la maternità in un fantastico abito bianco ttrasparente di pizzo, madrina di quest'anno.
I premi alle pellicole e agli artisti più significativi della stagione cinematografica sono stati assegnati grazie a un intenso lavoro sui social, al voto del pubblico e degli spettatori delle sale cinematografiche sulle pagine dedicate nel sito www.kineo.info, e di una Giuria di eccellenza.
Inoltre, l'Editoriale E-Duesse con Best Movie ha lanciato un sondaggio sul sito www.bestmovie.it, chiedendo ai propri lettori le preferenze sui film della stagione, il SNCCI ha selezionato il film che rappresenta successo del pubblico e qualità autoriale, Rai Com ha indicato quello più distribuito internazionalmente. 

 

E ieri sera il red carpet brillava: Carolina Crescentini ha osato con una profonda scollatura che ha attirato l'attenzione dei fan e non solo, elegantissima Paola Cortellesi in abito lungo nero e Eliana Miglio in uno straordinario vestito svolazzante rosso corallo. Spiccavano anche Patti Pravo, l'attrice de Il Trono di Spade, Sophie Turner ma anche gli ometti: da Gabriele Mainetti, regista de Lo chiamavano Jeeg Robot, all'attore Emanuel Caserio.

Questi tutti i premiati: Miglior Film: Perfetti Sconosciuti, regia di Paolo Genovese - Medusa - Lotus Production Miglior Regia: Daniele Luchetti per Chiamatemi Francesco - Il Papa della gente - Medusa - Tao Due Miglior Opera Prima - Loro chi?, Regia di Francesco Micciché e Fabio Bonifacci - Warner Bros - Picomedia Premio Kinéo&SNCCI Pubblico e Critica: Roberto Andò per Le confessioni - 01 Distribution - Bibi Film Premio Movie&Art Award TaorminaFilmFest: Marco Giallini Premio RAI Com Miglior film italiano distribuito all'estero: Lo chiamavano Jeeg Robot , Regia di Gabriele Mainetti - Goon Films - Lucky Red Premio Kinéo&Best Movie - Gabriele Mainetti per Lo chiamavano Jeeg Robot Premio Kinéo Excellence Award: Patty Pravo Kinéo International Movie Award: Sophie Turner Miglior attore protagonista: Claudio Santamaria per Lo chiamavano Jeeg Robot, regia di Gabriele Mainetti Miglior Attrice protagonista: Paola Cortellesi per Gli ultimi saranno gli ultimi, regia di Massimiliano Bruno Miglior Attrice protagonista: Anna Foglietta - per Perfetti sconosciuti, regia di Paolo Genovese - Premio Speciale Ferragamo Parfums Sondaggio Best Film Best Movie: Massimiliano Bruno per Gli ultimi saranno gli ultimi Miglior Attore non Protagonista: Alessandro Borghi per Suburra, regia di Stefano Sollima Miglior Attrice non Protagonista: Matilde Gioli per Belli di papà, regia di Guido Chiesa e Un posto sicuro, regia di Francesco Ghiaccio Premio Kinéo Giovani Rivelazioni: Emanuel Caserio Premio Kinéo Giovani Rivelazioni: Catrinel Marlon Premio Kinéo Giovani Rivelazioni: Giulia Andò Kinéo Excellence Award: Claudio Brachino Kinéo Excellence Award We World: Carolina Crescentini Kinéo Excellence Award: Laura Delli Colli.

Ultimo aggiornamento: 21 Novembre, 15:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti