Apple rifiuta di collaborare con Weinstein per il biopic su Elvis Presley

I lavori sono stati interrotti non appena è scoppiata la bufera sul produttore
di Rachele Grandinetti
1 Minuto di Lettura
Lunedì 16 Ottobre 2017, 17:28

I lavori in corso per il biopic su Elvis Presley sono stati interrotti: lo riporta Deadline raccontando la scelta di Apple Music che, all’inizio del 2017, aveva concluso un accordo con la Weinstein Company. Non appena è scoppiata la bomba sul produttore Harvey Weinstein (al centro di uno scandalo sessuale che ha scosso il mondo del cinema), la produzione è stata messa in pausa insieme agli altri progetti lanciati sul tavolo delle trattative dalle due società che avrebbero voluto realizzare una serie di biopic dedicati alle star della musica internazionale, da Prince a Michael Jackson.

The King avrebbe dovuto aprire la strada portando sullo schermo la storia di chi ha fatto la storia. E la Weinstein Company sarebbe stata grande protagonista dal momento che non solo aveva ottenuto i diritti per la distribuzione musicale ma anche il permesso ad accedere alla proprietà di Elvis, Graceland, per usare le auto e persino i suoi abiti. Apple, insomma, fa un passo indietro mentre la compagnia di Mr Harvey (che era stato nominato produttore esecutivo accanto a Priscilla Presley, Jerry Schilling e David Glasser) non si è detta disposta a stare con le mani in mano in attesa che passi la tempesta e così si è già messa alla ricerca di un nuovo partner per girare il documentario. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA