Pupi Avati, un film su Dante
per il settimo centenario della morte

Lunedì 21 Gennaio 2019
2
Il regista Pupi Avati
Il regista Pupi Avati sta progettando un film, destinato al cinema e alla tv, incentrato sulla vita di Dante Alighieri, in vista del settimo centenario della morte del Sommo Poeta, che cadrà nel 2021. L’idea è raccontata dallo scrittore e giornalista Pietrangelo Buttafuoco sul Fatto Quotidiano, lanciando anche un appello affinchè il progetto non si areni ma possa essere sostenuto e realizzato. Buttafuoco rivela anche che l’idea di Avati sarebbe quella di basare la sceneggiatura del film dantesco sul “Trattatello in laude di Dante” scritto da Giovanni Boccaccio tra il 1351 e il 1366. Sarebbe «un progetto semplice e spettacolare: la vita del creatore della Divina Commedia raccontata attraverso l’autore del Decameron che del primo non fu solo un devoto ammiratore, bensì un geniale “editor”», commenta Buttafuoco.

Sostegno al progetto di Avanti viene espresso, pur senza conoscerne i dettagli, dal professore Luca Serianni, tra i maggiori storici della lingua italiana, direttore delle riviste «Studi linguistici italiani» e «Studi di lessicografia italiana». «È una bella idea - commenta Serianni  - e quella di un film può essere un’efficace e interessante prospettiva per divulgare la biografia di Dante. Buona anche l’idea di ricorrere alla “vita” di Giovanni Boccacci, che fu il primo autore di una lettura dantesca».  Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 15:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

I muri dei bagni come social network: all'università si scrive di politica

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma