Paolo Kessisoglu, una canzone per gli abitanti del Ponte Morandi di Genova

Giovedì 21 Febbraio 2019
«È un progetto nato dalla pancia, un brano scritto di getto poche ore dopo il crollo. Ero a San Francisco, ho trovato un piano e l'ho buttato giù, sono orgoglioso anche della risposta degli altri cantanti». Lo ha detto Paolo Kessisoglu, genovese, presentando alla stampa "C'è da fare", la canzone scritta e composta dopo la tragedia del Ponte Morandi di Genova.

Ad inciderla insieme all'attore che fa parte del duo Luca e Paolo, 25 artisti: Annalisa, Arisa, Boosta, Fiorella Mannoia,
Gianni Morandi, Gino Paoli, Giorgia, Giuliano Sangiorgi, Ivano Fossati, Izi, J-Ax, Joan Thiele, Lo Stato Sociale, Luca Carboni, Malika Ayane, Mario Biondi, Massimo Ranieri, Mauro Pagani, Max Gazzè, Nek, Nina Zilli, Nitro, Raphael Gualazzi, Ron e Simona Molinari. Tutti i proventi saranno devoluti all'associazione Occupy Albaro che, in accordo con Regione Liguria e Comune di Genova, destinerà i fondi raccolti ad un progetto mirato alla riqualificazione territoriale e alla migliore vivibilità della Valpolcevera.

«Il nostro sogno sarebbe quello di costruire un campo da calcio nello stesso posto dove giocò all'inizio il Genoa
Calcio», ha detto l'artista. Dal 22 febbraio il brano sarà in rotazione radiofonica e in vendita. Ultimo aggiornamento: 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma