Nuda sul palco dei César per protesta contro cinema e teatri chiusi: «Ridateci l'arte»

Nuda sul palco dei César per protesta contro cinema e teatri chiusi: «Ridateci l'arte»
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Marzo 2021, 19:27 - Ultimo aggiornamento: 20:28

La protesta per la chiusura di cinema e teatri irrompe nella cerimonia dei César, gli Oscar francesi. L'attrice Corinne Masiero, arrivata sul palco non come vincitrice ma per consegnare i premi per i migliori costumi, si è presentata indossando un costume: una pelle d'asino (Pelle d'asino è una fiaba popolare francese resa celebre da Charles Perrault nel 1694) di cui si è poi liberata. È rimasta in sottoveste. E si è tolta anche quella: sotto non indossava intimo, si è dunque completamente denudata. Choc all'Olympia di Parigi, ieri sera: la conduttrice è rimasta letteralmente a bocca aperta.

Su Twitter, gli applausi in sala per la protesta contro la chiusura di cinema e teatri si sono trasformati in incomprensione e disapprovazione. «Se i cinema sono chiusi nella maggior parte dei paesi del mondo - scrive un telespettatore su Twitter - è perché il Covid-19 uccide. Invece, fortunatamente per Corinne Masiero il ridicolo non uccide».

Cinema, tutti i film che usciranno e non in sala il 27 marzo. Da Verdone a Occhipinti, ecco chi rinuncia

Nulla del genere era mai successo in 46 anni di serate per la consegna degli Oscar francesi. La Masiero ha tenuto un discorso durissimo in difesa dei precari dello spettacolo che non possono lavorare da un anno. Alla fine della sua invettiva è rimasta completamente nuda, svelando il suo corpo sul quale erano state tracciate pennellate di rosso.

Sulla schiena, a lettere cubitali, c'era scritto: «Jean, ridacci l'arte», messaggio diretto al primo ministro, Jean Castex. L'attrice ha poi dichiarato: «Un costume è importante, si ha l'aria da scemi quando non lo si ha», concludendo il suo intervento con l'annuncio della lista delle nomination. Applausi in sala per la performance dell'attrice, incomprensione e shock, invece sul web. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA