Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Weinstein, la star di «The Good Wife» Julianna Margulies: «Lui e Steven Seagal mi hanno molestata»

Weinstein, la star di «The Good Wife» Julianna Margulies: «Lui e Steven Seagal mi hanno molestata»
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Novembre 2017, 16:22 - Ultimo aggiornamento: 5 Novembre, 09:41

Julianna Margulies, la star di «The Good Wife», si è aggiunta alla schiera di donne vittime di molestie sessuali da parte di Harvey Weinstein e ha fatto un altro nome tra i sospetti predatori sessuali del mondo di Hollywood: Steven Seagal. Margoulis ha detto che sia Weinstein che Seagal hanno cercato di molestarla sessualmente all'inizio della sua carriera dopo che era stata portata nelle rispettive camere d'albergo del produttore e dell'attore da assistenti donne, sulla carta per ragioni di lavoro. «In realtà queste donne mi facevano entrare nella tana del lupo», ha detto l'attrice alla radio Sirius XE. Nel caso di Seagal, Margoulis aveva 23 anni ed era stata invitata da una direttrice del casting per rivedere una scena con l'attore e decidere se avrebbe avuto una parte. Arrivata all'hotel, la donna non c'era, ma Seagal si. «Mi ha fatto vedere al sua pistola. Mi sono messa a gridare, e non so come ho fatto, ma sono uscita da quella stanza illesa». L'incontro ravvicinato con Weinstein risale al 1996. Anche in questo caso l'attrice era stata invitata all'hotel Peninsula, dove si trovava il produttore, per un provino. Weinstein aprì la porta in accappatoio, dietro di lui una tavola era apparecchiata a lume di candela per una cena per due. Mentre la sua accompagnatrice si faceva di cera, la Margoulis se l'è data a gambe. Weinstein su tutte le furie ha sbattuto la porta: «Ovviamente dopo non ho avuto la parte». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA