Mohammad Bakri, da Bertolucci a Mastandrea: appello per il regista palestinese sotto processo in Israele

Sabato 13 Ottobre 2018
Da Bernardo Bertolucci a Mario Martone, da Citto Maselli a Marco Tullio Giordana, da Elio Germano a Isabella Ragonese a Valerio Mastandrea, da Giuliano Montaldo a Paolo Taviani, da Alberto Barbera a Carlo Chatrian: sono numerose le personalità del mondo del cinema e dello spettacolo italiano che scendono in campo lanciando la campagna #iostoconBakri, in segno di solidarietà con l’attore e regista palestinese di cittadinanza israeliana Mohammad Bakri, di nuovo sotto processo in Israele. 

Autore di Jenin Jenin, film documentario sulla distruzione da parte dell’esercito israeliano del campo profughi di Jenin (2002), «il regista - ricordano i firmatari nell’appello - ha dovuto subire un processo per vilipendio e diffamazione, istruito sulla base delle denunce di alcuni militari israeliani che chiedevano centinaia di migliaia di euro di risarcimento. Nel 2006 Bakri è stato assolto, ma la sua odissea non è finita. Nel 2016 è stato denunciato di nuovo, da un capitano dell’esercito israeliano, e il 3 gennaio del 2019 dovrà affrontare una nuova udienza».

«Questo incubo è nato perché ho osato raccontare la mia storia. Una storia diversa dalla loro - ha spiegato Mohammad Bakri - La storia di Jenin deve poter essere raccontata da ogni punto di vista, senza preclusioni o censure».

Parallelamente alla campagna, Assopace Palestina ha organizzato, in collaborazione con altre associazioni, un tour di presentazioni, proiezioni e dibattiti con Mohammad Bakri. Prima tappa a Roma, al Nuovo Cinema Aquila, il 16 ottobre. Gli altri appuntamenti sono a Napoli il 18 ottobre, a Brescia il 21, a Bologna il 22, a Torino il 23, a Venezia-Mestre il 24, a Milano il 25, a Firenze il 26 ottobre.  Ultimo aggiornamento: 12:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il Campidoglio e la stanza dei dossier “rimandati”

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma