Max Giusti: "Appena un minuto: un film
che per me è l'occasione della vita"

Giovedì 3 Ottobre 2019
Nell'Interrogazione al Messaggero Max Giusti racconta molte cose di sé, qualche segreto. E rivela di giocare una scommessa grande con il suo nuovo film: "APPena un minuto è un progetto al quale lavoro da anni, protagonista e scrittore. Diciamo che se non va bene, continuerò ad essere il solito poliedrico Max Giusti. Ma se andrà bene, tutto potrebbe cambiare". Il ruolo nel film diretto da Francesco Mandelli ("con lui farei una coppia comica perfetta") è completo: "C'è anche una citazione di Alberto Sordi di Una vita difficile". Una banda di comici affidabili come Paolo Calabresi, Dino Abbrescia, Herbert Ballerina. "Poi ci sono due personaggi carismatici, i miei genitori nel film: Loretta Goggi, un mito vero e proprio, e Massimo Wertmuller". Una magica applicazione consente di rivivere l'ultimo minuto e da qui molte gag si susseguono nel film: "Nella vita non la vorrei una app del genere..." E dopo le imitazioni di Lotito e molti altri, nel gioco del mappamondo, Giusti rivela il contributo dato alla causa della Comunità di Sant'Egidio: "Sogno il viaggio nello Zambia, dove aiutiamo un ospedale che lavora con i medici italiani grazie ad una chat che consiglia come intervenire nelle terapie". Un'app utilissima...
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma