Ciak per Massimiliano Bruno, ecco il seguito di “Non ci resta che il crimine”

Venerdì 14 Giugno 2019
Il regista Massimiliano Bruno
«Il cast rimane quello del primo film con delle aggiunte a sorpresa che vi svelerò nei prossimi mesi, e sì confermo: cominciamo a girare il 30 settembre». Ad annunciarlo è il regista Massimiliano Bruno, confermando che il seguito del fortunato “Non ci resta che il crimine”, con Marco Giallini, Edoardo Leo, Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi, avrà la sua attesissima seconda parte e che «la seconda avventura di questa banda scalmanata di viaggiatori nel tempo sarà un seguito molto divertente: mentre nel primo film abbiamo un pò sbeffeggiato “Romanzo Criminale” e la banda della Magliana, nel secondo andiamo nel mondo di Gomorra, a vedere chi è più cattivo», rivela il regista romano.

Se il primo film era stato girato in gran parte a Roma, nel prossimo «La maggior parte delle scene è ambientata a Napoli, un pò nella Napoli di oggi e un pò nella Napoli degli anni ‘80.  Andremo quindi ad “assaggiare” i vari tipi di camorra. Chiaramente è un modo un di scherzare un pò su un genere televisivo che è quello del crime». Rispetto al primo, che è stato uno dei più grandi successi di pubblico della scorsa stagione, sbancando il botteghino, il regista romano spiega di aver voluto fare «un film un pò più comico dove però non mancasse la componente delle “pistolettate”. È una commistione di generi, tra il “poliziottesco” classico che si faceva in Italia negli anni ‘70 e una commedia».  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma