L'Attimo fuggente 30 anni dopo: ecco che fine hanno fatto i protagonisti

Lunedì 3 Giugno 2019 di Paolo Travisi
1
Robin Williams
“O capitano, mio capitano!”. Versi celebri del poeta americano Walt Whitman, divenuti famosi perché a recitarli fu John Keating, il professore illuminato, interpretato dal compianto Robin Williams. Il film, era L'attimo fuggente, ed uscì nei cinema americani il 2 giugno del 1989. Ha da poco compiuto 30 anni la pellicola diretta da Peter Weir, che regalò il ruolo più bello al comico americano e generò tante citazioni in altri film. In particolare la sequenza finale, quella dell'addio del professore dalla rigida scuola conservatrice che non apprezzava i suoi metodi d'insegnamento. Quella in cui quasi tutti gli studenti, ad iniziare da un giovanissimo Ethan Hawke, si alzarono in piedi sopra i banchi di scuola in segno di rispetto verso il prof e di protesta contro la presidenza della scuola.

Robin Williams, le rivelazioni segrete sugli ultimi giorni di vita: «Quella diagnosi sbagliata»

Se quel film, ora vecchio di 30 anni è sopravvissuto al passare del tempo, per la maggior parte degli attori non è andata altrettanto bene, partendo proprio dal “capitano”, Robin Williams. Il comico americano, divenuto popolare con la sit-com Mork & Mindy, tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli Ottanta, prima de L'attimo fuggente ha recitato per lo più in film brillanti, ma venne notato dall'Academy nel 1987 per il film Good Morning Vietnam, per il quale fu candidato all'Oscar, senza vincerlo. Seguirono altre 2 nominations, per il professor Keating e La Leggenda del Re Pescatore di Terry Gilliams, ma il premio arrivò nel 1998 per Will Hunting, in cui tornò ancora una volta in un ruolo simile all'Attimo Fuggente, anche se interpretava uno psicologo e non un insegnante. Negli anni Novanta, all'apice del successo, recitò con i più grandi: Spielberg, Coppola, Woody Allen fino alla trilogia Una notte al museo, nel 2014 anno in cui si tolse la vita, impiccandosi all'età di 63 anni.

Robert Sean Leonard, interpretava il ruolo di Neil Perry, il giovane studente incitato dal professore Keating ad inseguire le sue passioni, nonostante le rigide indicazioni del padre. L'attore, oggi 50enne, ha recitato dal 2004 al 2012 in un'altra serie tv di grandissimo successo Dr. House in cui vestiva i panni di James Wilson. Molto attivo a teatro, non molte le parti interessanti al cinema. Neil Perry resta il suo persoanggio più noto.

Ethan Hawke, che nell'attimo fuggente interpretava il timidissimo Todd Anderson, è l'unico attore ad aver avuto una carriera di rilievo dopo aver recitato insieme a Robin Williams. Tanti i film di successo a cui ha preso parte da protagonista, recitando nei più diversi generi, dall'horror al western. Nel corso della sua carriera si è dedicato anche alla sceneggiatura (per cui è stato anche nominato agli Oscar), ha diretto 3 film, è stato sposato con Uma Thurman, ma anche per lui nonostante i molti ruoli ricoperti dopo L'attimo fuggente, quel personaggio rimane uno dei più significativi della sua carriera.

Josh Charles ha interpretato Knox Overstreet, il giovane innamorato di una studentessa fidanzato con un bellicoso atleta di football. Grazie alla Setta dei Poeti Estinti, riesce a trovare il coraggio di esporre i suoi fidanzati. Anche per Josh Charles, è il ruolo più importante dal punto di vista cinematografico. Infatti seppur abbia preso parte in molte altre pellicole, per lui non è mai esploso il successo o la grande popolarità. Nella serie tv The Good Wife, in cui ha recitato per 7 stagioni, ha rivestito il ruolo di co-protagonista.

Il caso di Gale Hansen è il più emblematico. Dopo L'attimo fuggente ha recitato solamente in un altro film e poi è finita la sua carriera d'attore. Nel film era Charlie Dalton, soprannominato Nuwanda. Molto scarne le informazioni su di lui. E' noto solo che è sposato e che attualmente lavora come creativo in una società di finanza di Beverly Hills, sempre legata al cinema.

E chiudiamo con Dylan Kussman, nel film Richard Cameron, lo studente a cui non piacciono i metodi del professor Keating e che tradisce il gruppo, portando al tragico epilogo del film. Kussman debuttò al cinema con L'attimo fuggente, all'età di 18 anni. Anche per lui diverse partecipazioni a film per il cinema e serie tv, ma è il solo ruolo che si ricordi. Ultimo aggiornamento: 17:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma