Kasia Smutniak si dà all'horror, con "Pantafa" madre e figlia nell'incubo di Malanotte

Giovedì 1 Aprile 2021
Kasia Smutniak in "Pantafa"

Sono terminate le riprese di Pantafa un film di Emanuele Scaringi con Kasia Smutniak, Greta Santi, Mario Sgueglia, Mauro Marino, Giuseppe Cederna, Betti Pedrazzi con la partecipazione di Francesco Colella. Il film è scritto da Tiziana Triana, Vanessa Picciarelli ed Emanuele Scaringi ed è prodotto da Fandango con Rai Cinema In questo sofisticato film horror, dalle atmosfere suggestive anche grazie ai costumi di Gabriella Pescucci, angoscianti disturbi del sonno vengono affiancati a oscure leggende popolari per raccontare la storia inquietante di una mamma che cerca di fare la cosa migliore per il bene della propria bambina.

Marta si trasferisce insieme a sua figlia Nina a Malanotte, un piccolo paese di montagna. La bambina da qualche tempo soffre di paralisi ipnagogiche, un disturbo del sonno che può portare ad avere stati allucinatori, e Marta ha pensato che un po’ di aria di montagna e di lontananza dalla frenesia cittadina possano giovare alla piccola. La casa in cui si trasferiscono però è tutt’altro che accogliente e per le strade di Malanotte non si vedono mai bambini.

I sintomi di Nina cominciano a peggiorare già dalla prima notte, la bambina fa incubi sempre più vividi in cui una figura spettrale le si siede sul petto, la immobilizza e le ruba il respiro. Per Marta, madre sola in un paese che le appare sempre più sinistro, sarà ogni giorno più difficile trovare il modo di fare la cosa migliore per la sua bambina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA