Addio al gigante di "Qualcuno volò sul nido del cuculo": è morto Josip Elic

Sabato 26 Ottobre 2019
2

È morto Josip Elic, il corpulento attore statunitense protagonista del film «Qualcuno volò sul nido del cucolo», interprete della memorabile scena in cui porta sulle spalle Jack Nicholson. S'è spento in una casa di riposo di River Edge, nel New Jersey, per le complicazioni di una caduta. Aveva 98 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dal produttore cinematografico e manager Matt Beckoff a «The Hollywood Reporter». Al cinema Elic ha recitato in una trentina di film, titoli selezionati ma di grande popolarità e alcuni diventati di culto. Tra i suoi primi ruoli impegnativi quello in «Angeli con la pistola» (1961) di Frank Capra con Bette Davis and Glenn Ford. La sua filmografia comprende «Per favore, non toccate le vecchiette» (1967) di Mel Brooks, «Un uomo per Ivy» (1968), «Trilogy» (1969), «Il piccolo Billy» (1972), «Il segreto della vecchia signora» (1973), «Il più grande amatore del mondo» (1977) di Gene Wilder. Il suo ultimo film è stato «Black Rain - Pioggia sporca» (1989) di Ridley Scott.
 

 

Nel film vincitore di cinque premi Oscar del regista Milos Forman «Qualcuno volò sul nido del cucolo» (1975) Elic ha interpretato Bancini, un paziente confuso ricoverato nell'ospedale psichiatrico di Salem che parla poco e in maniera disconnessa. Nella pellicola lo si ricorda per la scena in cui prende in spalla R. Patrick McMurphy (Jack Nicholson), già in carcere per comportamento antisociale e per aggressioni plurime, per dargli un passaggio su un campo da basket. Josip Elic è stato un volto familiare della tv americana dalla seconda età degli anni '50, recitando in telefilm popolari come «Peter Gunn», «Gli intoccabili» e «Ai confini della realtà».

Ultimo aggiornamento: 15:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma