James Franco accusato di "comportamento sessuale scorretto", accordo chiude il caso

James Franco accusato di "comportamento sessuale scorretto", accordo chiude il caso
2 Minuti di Lettura
Domenica 21 Febbraio 2021, 18:45 - Ultimo aggiornamento: 20:33

Un accordo provvisorio è stato raggiunto in una causa in cui James Franco viene accusato di avere costretto gli studenti di una scuola di recitazione e cinema da lui stesso fondata, a inscenare situazioni sessuali gratuite. Lo hanno riferito gli avvocati delle parti lese.

La causa collettiva contro la stella di Hollywood era stata intentata da ex studenti della scuola (ormai chiusa), denominata Studio 4. Gli attori ed ex studenti Sarah Tither-Kaplan e Toni Gaal, che hanno intentato la causa nel 2019, hanno accettato di ritirare la querela. Secondo le loro accuse, Franco ha spinto gli studenti a esibirsi in scene di sesso sempre più esplicite davanti alla telecamera fino a creare un "ambiente da orgia" che andava ben oltre i miti accettabili sui set dei film di Hollywood. I fatti risalgono al periodo 2014-2017.

Grease, social in rivolta contro il film simbolo degli anni 80: «Sessista e misogino»

Gli avvocati dello studio Valli Kane & Vagnini hanno confermato l'accordo in una dichiarazione sabato sera, aggiungendo che seguirà "una stipulazione congiunta di transazione da presentare al tribunale in una data successiva" ma senza fornire ulteriore dettagli sull'intesa raggiunta. In precedenza, i legali dell'attore avevano definito le accuse "false e senza basi legali".

© RIPRODUZIONE RISERVATA