Al via oggi “Irish Film Festa Silver STream”, tre pellicole in streaming fino al 21 marzo

Un'immagine dal film "Arracht"
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Marzo 2021, 16:29

Prende il via oggi, 17 marzo, l'Irish Film Festa Silver STream, online fino al 21 marzo.
Le proposte saranno ospitate sulla neonata piattaforma IFI International, riservata ai festival di cinema irlandese che operano a livello internazionale.
Con Irish Film Festa Silver Stream, il festival torna alla tradizionale collocazione nel mese di marzo e sceglie per l’apertura il giorno di San Patrizio, mercoledì 17 marzo. «Dopo il successo dei corti online, che ci ha piacevolmente sorpresi lo scorso novembre, ci sentiamo incoraggiati a restare in contatto con il nostro pubblico anche in questa forzata modalità virtuale: così questa di San Patrizio è la prima di una serie di iniziative, in streaming o ibride, che stiamo progettando per il 2021. L’abbiamo chiamata Irish Film festa Silver Stream, giocando d’assonanza anche per ribadire che il silver screen resta per noi imprescindibile, e ne facciamo a meno solo perché dobbiamo», ha dichiarato il direttore artistico Susanna Pellis.
Il programma propone in streaming per l’Italia tre lungometraggi di recente produzione, tutti in lingua originale con sottotitoli in italiano:
«Sono tre film in rappresentanza delle tre principali aree geo-culturali dell’isola – irlandese, nordirlandese, del Gaeltacht – diretti da tre registi che in passato avevano preso parte al nostro festival con i loro già promettenti cortometraggi. Nei cast ci sono attori ormai notissimi a chi ci frequenta: Dara Devaney, Michael McElhatton, Seán T. Ó Meallaigh, Siobhán O’Kelly, Peter Coonan, Nora-Jane Noone, Martin McCann. E poi c’è Liam Neeson, voce narrante di The Hunger».
I tre film saranno disponibili singolarmente per la visione in streaming da mercoledì 17 a domenica 21 marzo sulla piattaforma di video on demand IFI International. Dal momento del noleggio, il film resta accessibile per 72 ore; una volta iniziata la visione, gli spettatori hanno 48 ore per completarla.
La visione è possibile solo dall’Italia.
Gli spettatori possono prenotare i biglietti gratuiti, fino a esaurimento, su https://www.ifiinternational.ie/page/irish-film-festa-rome/

Ecco le pellicole:

Arracht
Regia: Tom Sullivan
Opera prima di Tom Sullivan, Arracht (Monster) è recitato in lingua irlandese e racconta la storia di un pescatore del Connemara che, al diffondersi della peronospora nei campi di patate, è accusato ingiustamente di un crimine e costretto a fuggire. La scorsa estate il film è stato selezionato dal Taormina Film Fest.
Girato lungo le coste della contea di Galway, Arracht ha nella potenza dei paesaggi naturali il suo punto di forza; la colonna sonora è del gruppo folk Kíla, noto per le musiche dei film d’animazione di Cartoon Saloon The Secret of Kells, Song of the Sea e WolfWalkers.
Del cast fa parte l’attore Dara Devaney, di madrelingua irlandese, che il pubblico del festival conosce già per An Klondike, primo western dell’isola realizzato da Dathaí Keane nel 2015, e il docu-drama storico Murdair Mhám Trasna (The Mhám Trasna Murders, 2018).

The Hunger - The Story of the lrish Famine
Regia: Ruan Magan
La ricostruzione storica del documentario The Hunger si basa sull’Atlas of the Great Irish Famine, pubblicato nel 2012, e mette in luce le mancanze delle autorità britanniche, dell’aristocrazia terriera e della borghesia cattolica irlandese nella gestione della crisi alimentare provocata dall’arrivo della peronospora sull’isola e dalla conseguente perdita dei raccolti di patate colpiti dal microrganismo parassita.
The Hunger è una produzione della televisione pubblica irlandese RTÉ, in collaborazione con il canale ARTE e University College Cork, andata in onda nel 2020 per ricordare il 175esimo anniversario dell’inizio della Carestia. La voce narrante è di Liam Neeson.

Wildfire
Regia: Cathy Brady
La regista nordirlandese Cathy Brady, già vincitrice di due premi IFTA, ha partecipato all’Irish Film festa nel 2014 con il corto Morning. Per l’edizione online Silver Stream torna con il suo lungometraggio d’esordio, Wildfire, interpretato da Nika McGuigan, Nora-Jane Noone, Martin McCann e Kate Dickie. Il film è realizzato in coproduzione con il ramo inglese della società cinematografica Tempesta di Carlo Cresto-Dina, ed è stato presentato lo scorso novembre al Torino Film Festival.
Le sorelle Lauren (Nora-Jane Noone) e Kelly (Nika McGuigan) si ritrovano dopo una lunga separazione: il forte legame che le unisce mette in crisi le ipocrisie del piccolo centro in cui vivono, costringendo tutti a fare i conti col passato. Wildfire è dramma familiare ambientato in una terra di confine, dove l’eredità dei Troubles è ancora pesante e la Brexit provoca nuove incertezze sul futuro.
Nika McGuigan, che con Cathy Brady aveva già lavorato nel 2016 per la serie televisiva Can’t Cope, Won’t Cope, è scomparsa poco dopo la fine delle riprese, a causa un tumore. Aveva 33 anni. Suo padre è l’ex pugile Barry McGuigan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA