Divorzio a Las Vegas, una commedia per tornare al cinema: Andrea Delogu al debutto sul grande schermo «Il nudo? Nessun imbarazzo»

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Paolo Travisi

Divorzio a Las Vegas è un po' il film delle prime volte. La prima volta che Andrea Delogu, popolare conduttrice radiotelevisiva, debutta al cinema in una commedia dove divide lo schermo con Giampaolo Morelli. La prima volta che Ricky Memphis, uno dei volti più popolari non solo del cinema, veste i panni di quello che lui stesso ha definito "un maschio Alpha". Infine, è ancora la prima volta che una commedia italiana fa ritorno al cinema dopo il lockdown, in uscita il prossimo 8 ottobre con circa 300 copie.
 

 

Divorzio a Las Vegas, diretto da Umberto Carteni, propone una storia di quelle immediate e senza retro pensieri, c'è spazio per la risata, si fa un viaggio tra le luci sfavillanti di Las Vegas - ed ora che si fatica a viaggiare vederlo sullo schermo assume un gusto diverso - e c'è una sana dose di romanticismo per un amore che si aspettava da 20 anni. E' proprio quello che accade a Lorenzo - alias Giampaolo Morelli - ed Elena - Andrea Delogu che appena 18enni in un viaggio a Las Vegas, decidono di sposarsi in totale assenza di lucidità, complice l'assunzione di un peyote. Passano 20 anni, e ritroviamo lei manager rampante in procinto di sposarsi con il milionario Gianmarco Tognazzi, lui idealista e sognatore che scrive i discorsi per i politici, rifacendosi a film cult del passato. A costringere i due ex-amici a rivedersi per un viaggio a Las Vegas, l'avvocato della compagnia per cui lavora Elena, interpretata da Grazia Schiavo, che vede come unica soluzione un divorzio lampo. 
 

Video

«La cosa più affascinante del mio personaggio è la purezza - dice ​Giampaolo Morelli nel corso della conferenza stampa di presentazione - crede ancora in quell’amore che ha vissuto a 18 anni e ha questa unica possibilità di poter riconquistare la donna che poi nella vita ha indossato una maschera». Con il personaggio Morelli, condivide un certo attaccamento ai valori autentici «nella vita ho la mia famiglia, passo molto tempo con i miei figli ed a Las Vegas ho patito molto la lontananza».

Andrea Delogu, ci tiene a sottolineare che si è trattata della sua prima esperienza sul set « ho fatto il provino di tre ore con il regista e dopo un mese mi ha comunicato di avermi presa. Come prima esperienza, un mese a Las Vegas con un cast così, è stata veramente una gran botta di fortuna. Io amo molto fare intrattenimento, radio e tv sono i mondi per cui ho sudato tanto, ma prima ho anche studiato recitazione e questa è stata l’occasione per mettermi alla prova». Nessun imbarazzo neanche quando ha girato alcune scene senza veli ed all'interno di un night club "assolutamente nessun imbarazzo, io girerei nuda anche qui".

Per Ricky Memphis, sempre a suo agio nella commedia, stavolta un ruolo un po' diverso, almeno in apparenza: 
«il mio personaggio è un finto maschio alfa, ma è un uomo intelligente che sa vedere dietro alla facciata delle persone, ha una certa sensibilità». 

Divorzio a Las Vegas per Giampaolo Morelli è anche un'occasione per invitare gli italiani a tornare al cinema, a frequentare le sale. Durante il lockdown infatti, è uscito il suo primo film da regista "7 ore per farla innamorare" ma a causa del Covid è uscito sulle piattaforme on-demand "è una cosa buona perché la vita dei film si è allungata, ma vederlo in sala è sempre un’esperienza unica, perché noi ci siamo innamorati del cinema vedendolo qui. Non credo che la sala tramonterà mai, invito tutti ad andare al cinema".

Ultimo aggiornamento: 20:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA