COVID

Cinema, Italy On Screen Today è un successo: tra i vincitori c'è anche Gabriele Muccino

Giovedì 7 Gennaio 2021
Cinema, Italy On Screen Today è un successo: tra i vincitori c'è anche Gabriele Muccino

Il cinema italiano è il più amato dagli americani: Gabriele Muccino, Cristina Comencini e Luca Guadagnino sono stati premiati alla quinta edizione dell'Italy On Screen Today. Che anche quest'anno è stato un grande successo, nonostante il Covid. Infatti, per una settimana il festival è stato proiettato in streaming su Mymovies, la stessa piattaforma che ha trasmesso la 77esima mostra del cinema di Venezia. E l'alto numero di visite ha confermato ancora una volta che gli americani amano il nostro cinema, i suoi registi e i suoi attori.

Cinema: Premio Vincenzo Crocitti International, all'attore abruzzese Corrado Oddi

L'evento

Ideato e diretto da Loredana Commonara, l'Italy On Screen Today trasmette da sempre il meglio del cinema, delle serie tv e dei documentari, dando risalto ai protagonisti del grande e del piccolo schermo. Quest'anno il festival comprendeva 20 film in totale, più i due panel dedicati alla figura del casting director. Ma anche i Q&A, durante i quali è stato assegnato il premio Wind of Europe International Award ai protagonisti di questa edizione online: Gabriele Muccino, Cristina Comencini, Luca Guadagnino e le due attrici americane Rosario Dawson e Chloë Sevigny. Quest'ultima è nota per aver interpretato Sarah Wilson, la madre del protagonista Fraser nella serie tv di successo We are who we are. Ed è proprio su questa serie che il regista Luca Guadagnino ha voluto rilasciare un'indiscrezione: «We are who we are ha ottenuto un grande successo. Presto gireremo il sequel, è una promessa». Molto applaudita anche Cristina Comencini, presente con il film Tornare (Feel Your Memories) e Gabriele Muccino, al quale il festival ha voluto dedicare una retrospettiva con quattro suoi film cardini: quello del successo, L’ultimo bacio (The Last Kiss) gli americani Padri e figlie (Fathers and Daughters) e Sette Anime (Seven Pounds) - nel quale recita l’attrice Rosario Dawson - e l’ultimo ed acclamato film, I Migliori anni (The Best Year).

I film

Tra i partecipanti anche Pinocchio di Matteo Garrone, Padrenostro - con Pierfrancesco Favino, premiato Coppa Volpi - e Volevo nascondermi, vincitore agli European Film Award per costumi e fotografia con Elio Germano (premiato Coppa Volpi). Cosa Sarà, Everything’s gonna be alright di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart, Figli (Kidz) ed altri. Tra le serie tv erano presenti anche L’amica geniale (My brilliant friend) di Saverio Costanzo e Alice Rohrwacher, Romulus di Matteo Rovere, Petra di Maria Sole Tognazzi, L’alligatore(The Alligator) di Daniele Vicari. Tra i film tv c'erano Fabrizio De André-Principe Libero, con Luca Marinelli, Permette? Alberto Sordi di Luca Manfredi con - Edoardo Pesce - e Mia Martini (I am Mia), grazie a Sky, Sky Studios, Wildside, The Apartment, HBO, Cattleya, Rai Fiction e Rai Com.

Neri Parenti, il Covid, Boldi-De Sica, il "lockdown Maradona": «I cinepanettoni, la mia condanna»

I contenuti speciali

Fra i contenuti speciali anche i Q&A con Saverio Costanzo, regista della serie tv L’amica geniale (My brilliant friend). I due panel li ha moderati la sceneggiatrice Simona Nobile, con la partecipazione di Margery Simkin, il casting director che ha curato Avatar, Erin Brockovich, Top Gun, Lilia Hartmann Trapani. che ha lavorato con Martin Scorsese, Ridley Scott e Manuel de Oliveira. All'evento hanno preso parte anche i registi e produttori Carlo Carlei (Capitan Cosmo, Padre Pio, Romeo e Giulietta) e Allan Arkush (CSI, Mel Rose Place, The Temptations. In particolare, Arkush è noto per essere l’unico regista che ha diretto Frank Sinatra e Joey Ramone, vincitore di un Emmy Award. Infine, è stato dedicato uno spazio anche agli esordienti, con particolare attenzione ai film che trattavano di ecologia e ambiente: tra questi troviamo Semina il vento (Sow the wind), Palazzo di Giustizia (Ordinary Justice), L’amore non si sa, Alida Valli: in her own words e Terremoto dell’Irpinia: 40 anni dopo (Irpinia: Forty Years Later).

Neri Parenti, il Covid, Boldi-De Sica, il "lockdown Maradona": «I cinepanettoni, la mia condanna»

© RIPRODUZIONE RISERVATA