Roman Polanski non sarà a Parigi per i Cesar dopo l'annunciata manifestazione di un gruppo di femministe

Giovedì 27 Febbraio 2020
Roman Polanski non andrà alla cerimonia per i premi Cesar in programma domani a Parigi, dopo la decisione di un gruppo di femministe di manifestare contro le 12 nomination per il suo film J'accuse. Lo ha annunciato il regista franco-polacco alla France Presse. «E' con rammarico che prendo questa decisione - afferma Polansky nella dichiarazione - quella di non affrontare un tribunale di opinione che si è autoproclamato, pronto a calpestare i principi dello stato di diritto in modo che l'irrazionale trionfi di nuovo senza discussione». Il film, uscito in Italia l'estate scorsa con il titolo L'ufficiale e la spia”, è la storia del capitano francese Alfred Dreyfus, quarantenne ufficiale di origini ebraiche, che nel 1894 viene ingiustamente accusato di tradimento e spionaggio, e condannato all'ergastolo da scontarsi sulla temibile Isola del Diavolo, nella Guyana francese. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani