Al Magna Graecia Film Festival premiati Marco D'Amore e Marco Bocci

Lunedì 10 Agosto 2020

Si è conclusa la diciassettesima edizione del Magna Graecia Film Festival, kermesse cinematografica diretta da Gianvito Casadonte. La giuria, presieduta da Michele Placido e con il regista Peter Webber, l'attrice e regista Susy Laude e l'attore Antonio Catania, ha decretato i vincitori.

Michele Placido presidente di giuria del Magna Graecia Film Festival: quest'anno è dedicato a Sordi e Fellini

Il premio cone miglior sceneggiatura è andato a  "Dolcissime", di Francesco Ghiaccio e Marco D’Amore.  Miglior attore: Phaim Bhuiyan per "Bangla", miglior attrice, ex aequo,  Carlotta Antonelli per "Bangla" e le tre protagoniste di "Dolcissime": Giulia Barbuto, Margherita De Francisco e Giulia Fiorellino e Carlotta Antonelli per "Bangla".
Marco D'Amore è stato premiato per la regia de "L'Immortale", miglior opera prima "A Tor Bella Monaca non piove mai", di Marco Bocci. Due le Colonne d'Oro alla Carriera, realizzate dal maestro orafo Michele Affidato, consegnate durante la serata finale del festival, al regista inglese Peter Webber e al regista statunitense Abel Ferrara, che si aggiungono alle Colonne d'Oro per le serie tv, già consegnate nei giorni scorsi, all'attore Ronn Moss e all'attrice di Fauda, Laëtitia Eïdo. L'attrice Alessandra Mastronardi ha ricevuto il Premio Vigliaturo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA