ROMA

Il cinema indonesiano sbarca a Roma: al Farnese 4 giorni a ingresso gratuito

Martedì 21 Maggio 2019
Una scena di
Una cinematografia raramente vista in Italia, ma con aspetti di grande bellezza e varietà culturale. In occasione del 70esimo anniversario dei rapporti tra Italia e Indonesia, Asiatica in collaborazione con l’Ambasciata d’Indonesia e la PusbangFilm, presenta “Indonesian Cinema Days, una rassegna di quattro giorni, dal 23 al 26 maggio, al Cinema Farnese, in Piazza Campo de’ Fiori 56 a Roma. Nove film e due documentari a ingresso libero, per raccontare l’arcipelago indonesiano, popolato da 270 milioni di abitanti sparsi in 17.000 isole, attraverso storie narrate con lo sguardo di registi affermati, come Garin Nugroho, padrino della new wave indonesiana, presente con tre film (The Blindfold, Nyai, A Woman from Java, Memories of My Body), Riri Riza, regista tra i più affermati della nuova generazione, in programma con Emma (Mother) e Joko Anwar, altro nome di punta del cinema contemporaneo indonesiano, i cui film sono stati presentati e premiati in vari festival internazionali, tra cui Copy of My Mind, presentato a Venezia.

Due le presenze femminili: Kamila Andini, regista pluripremiata in tutto il mondo, per il film Seen and Unseen, una storia al di fuori dell’immaginario, di un legame fraterno indissolubile e Mouly Surya, considerata una delle più promettenti e originali registe in Indonesia, con il film Marlina, The Murderer in Four Acts, una sorta di western barocco con una protagonista sovversiva e antagonista al patriarcato maschilista. Dal paese musulmano più popoloso al mondo, un documentario e un film affrontano l’ambito religioso, nello spirito di convivenza e tolleranza (Da’wah) e l’estremismo minoritario che investe il paese (The Blindfold). Infine, Banda the Dark Forgotten Trail, documentario fuori dagli schemi con incredibili scenari, che raccontano la storia delle isole Banda attraverso lo sfruttamento colonialista delle spezie, dal 1621 ai giorni nostri. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma