Gli attori di Hollywood che hanno detto addio al cinema. E non solo vecchi leoni

Lunedì 28 Gennaio 2019 di Paolo Travisi
Sean Connery
Una vita da celebrità. Red carpet, interviste, volto e nome conosciuti in ogni parte del mondo. Poi, all'improvviso, l'oblio. E delle star di Hollywood, si sa, poco o nulla. Chi lo sceglie per motivi anagrafici e chi perché vuole godersi la vita senza più l'obbligo dell'incasso al botteghino. Ecco quali sono gli attori più celebri che oggi non recitano più.

Sean Connery. Iniziamo da Sean Connery, l'attore scozzese, che per la platea mondiale, resta l'incarnazione del suo personaggio più popolare: James Bond nella saga 007. Connery, nato ad Edimburgo nel 1930, il prossimo anno compirà 90 anni, ma già da qualche anno è scomparso dal grande schermo per sua volontà. L'ultimo film, infatti, risale al 2003, La leggenda degli uomini straordinari, una pellicola che non fa onore alla sua filmografia. La decisione di ritirarsi dal cinema risale al 2006, quando gli venne consegnato il Life Achievement Award, dal prestigioso American Film Institute: un premio alla carriera che ricevette da Harrison Ford, con cui recitò nel terzo film della saga di Indiana Jones. In quell'occasione annunciò il suo addio al cinema.
 
 


Gene Hackman. Ha la stessa età di Connery, l'attore americano Gene Hackman, vincitore di ben 2 Premi Oscar, ed interprete di tanti film di successo. Diventato popolare a partire dagli anni Settanta, dopo la sua performance ne Il braccio violento della legge, un poliziotto dalle maniere forti, che gli valse l'Oscar. Nello stesso periodo interpretò L'avventura del Poseidon e La conversazione di Coppola. Tra le altre pellicole da ricordare Il socio con Tom Cruise e Gli Spietati, western crepuscolare diretto da Clint Eastwood. Ha annunciato il ritiro dalle scene nel 2008, ed il ultimo lungometraggio risale al 2004, Due candidati per una poltrona. Ma si è dedicato alla scrittura.

Jack Nickolson. Altra stella di Hollywood ad aver abbandonato le scene è Jack Nickolson, classe 1937, l'indimenticabile interprete di Shining, pellicola diretta da Kubrick, le cui sequenze sono divenute di culto, tanto da essere stampate sulle t-shirt. Tra i ruoli più belli e memorabili, Qualcuno volò sul nido del cuculo (vinse l'Oscar per la sua interpretazione), il road movie Easy Rider, manifesto di una generazione, il noir di Roman Polanski, Chinatown e più recentemente La promessa diretto da Sean Penn e The Departed di Martin Scorsese. Negli anni Ottanta fu Joker nel Batman di Tim Burton. Nel 2013 ha rivelato di avere problemi di memoria che lo hanno costretto a dire addio al cinema.

Sydney Poitier. Anno 1927 è il primo attore afroamericano ad aver conquistato Hollywood, negli anni in cui le discriminazioni razziali erano terreno di scontro, non solo culturale, ma anche fisico e violento nelle strade dell'America. Vinse l'Oscar, nel 1964, per il film I gigli del campo, nel pieno di quel difficile periodo, mentre nel 2002 l'Academy lo ha celebrato col premio alla carriera. Tra i suoi film cult, Indovina chi viene a cena? e “La calda notte dell'Ispettore Tibbs”. In realtà già dagli anni Novanta ha diradato le sue partecipazioni al cinema: nel '97 ha recitato con Bruce Willis in Tha Jackal e nel 2001 l'ultimo ruolo in una serie tv.

Rick Moranis. E' ricordato probabilmente da chi oggi gravita intorno ai 40 anni. Molto popolare negli anni Ottanta, interprete di cult-movie, quali Ghostbusters, Balle spaziali di Mel Brooks, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi e La piccola bottega degli orrori. Il suo addio alle scene risale al 1991, in seguito al lutto per la morte di sua moglie. All'epoca infatti decise di dedicarsi alla crescita dei due figli, rinunciando ai copioni di Hollywood.

Cameron Diaz. Manca da qualche anno al cinema anche Cameron Diaz, attrice di punta in commedie romantiche e demenziali, che ha girato il suo ultimo film nel 2014. Tra i suoi film più popolari, The Mask, film d'esordio al fianco di Jim Carrey, Tutti pazzi per Mary con Ben Stiller e ancora Charlie's Angels, Gangs of New York. Ha girato in media circa due film all'anno, ininterrottamente per quasi 20 anni, poi la pausa dal cinema, l'addio a Instagram ed il matrimonio col cantante dei Good Charlotte Benji Madden. Non è dato sapere se e quando tornerà a recitare.


  Ultimo aggiornamento: 20:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA