Anna Valle e "L'età imperfetta": «Un film sui sogni dell'adolescenza»

Lunedì 27 Novembre 2017 di Gloria Satta
Una scena del film

L’adolescenza vista dalla parte di due ragazzine con i loro sogni, le loro paure, i loro slanci, i loro difetti: è il tema del film d’esordio di Ulisse Lendaro “L’età imperfetta”, interpretato da Anna Valle, Marina Occhionero, Paola Calliari, Anita Kravos.
 


Ambientato in una provincia del Nord, il film (nelle sale il 30 novembre con la distribuzione Parthenos) ha per protagoniste due giovanissime allieve di una scuola di danza, diverse per estrazione sociale e contesto familiare ma accomunate dallo stesso desiderio di passare un’importante audizione. Una ci riuscirà, l’altra no. La loro amicizia sarà irreversibilmente condizionata da questa circostanza e Camilla, la protagonista, scoprirà il lato oscuro della propria personalità.

«Ho voluto raccontare un momento importante della vita senza retorica e senza giudizi», spiega Lendaro, già produttore, regista teatrale, attore. «Credo nel cinema di qualità che si affida alla sceneggiatura, che dev’essere sempre solida e  impeccabile».

Anna Valle, nella vita moglie di Lendaro, interpreta la direttrice della scuola di danza. «Il film descrive una passione, un sogno e gli sforzi per realizzarlo». 

Nel ruolo della sorellina della protagonista c’è Ginevra Lendaro, 9 anni, figlia di Anna e Ulisse, alla sua prima interpretazione cinematografica. «Scritturarla è venuto naturale - racconta Valle - è stata lei stessa a proporsi e noi l’abbiamo assecondata anche perché le riprese si sono svolte d’estate e non ha dovuto perdere la scuola».

Aggiunge Lendaro: «Ginevra mi ha dato una mano a scrivere la sceneggiatura, rivelandomi quello che lei avrebbe fatto o detto in determinati momenti».

Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 22:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Se anche gli oppositori gioiscono per l'assoluzione della sindaca

di Simone Canettieri