Il Lazio tra artigianato e creatività

A CURA DI PIEMME S.p.a Lunedì 14 Gennaio 2019
Dalla Regione Lazio 9,5 milioni di euro ai 179 progetti vincitori dei bandi per l’artigianato e l’economia

Servizi cloud per l’industria dell’audiovisivo, lampade di design, gioielli personalizzati, sono tantissime e diverse le applicazioni delle imprese beneficiarie dei bandi della Regione Lazio, gestiti da Lazio Innova, per la creatività applicata a settori che spaziano dall’audiovisivo al fumetto, dall’editoria all’artigianato, spingendosi fino alle frontiere del digitale.
Il sostegno alla economia creativa, che nel Lazio vale circa il 9% del valore aggiunto con 14,9 miliardi di euro di valore prodotti e 204 mila addetti, ha l’obiettivo di promuovere la nascita, la crescita e il consolidamento di nuove imprese, startup, piccole aziende e di sostenere anche la grande industria. E questo è proprio lo scopo dei tre bandi “Creatività 2020”, “Fondo per startup creative e culturali” e “Interventi per l’Artigianato” per i quali sono stati premiati i 179 progetti vincitori nella splendida cornice di Palazzo Merulana a Roma dall’assessore allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella. I progetti vincitori hanno ricevuto 9,5 milioni euro di finanziamenti che generano investimenti complessivi per circa 16 milioni.
Il designer Odo Fioravanti, che sperimenta il design grafico ed espositivo a livello internazionale, è intervenuto in stile “TED Talk” per raccontare l’evoluzione della creatività attraverso il design italiano che è stato precursore di grandi innovazioni, e le applicazioni funzionali di uso quotidiano del “bello”.
 
Questo premio, che unisce tre premiazioni, è bello perché si basa sul rapporto tra privato e pubblico – ha sottolineato Manzella. È il risultato, infatti, di una politica fatta in modo trasparente e con entusiasmo. Il futuro si concentra nello sviluppo, nella contaminazione, nel permettere di far parlare linguaggi diversi, che hanno anche diversi sistemi di valori. La contaminazione diventa così una parola chiave nello sviluppo di una società dell’innovazione, perciò la Regione Lazio deve avere l’ambizione di innestare la creatività nei settori più tradizionali dell’economia. Anche nel prossimo bilancio concentreremo ancora un fondo per l’artigianato. Faremo bandi più semplici e cercheremo di fare rete per continuare a lavorare insieme, come in questi progetti. È poco noto, ma la nostra Regione è leader nel settore della grande industria innovativa”.
 
Il bando “Creatività 2020”, uno degli otto del pacchetto Reindustrializzazione lanciato dalla Regione Lazio, era pensato, tra l’altro, per stimolare la collaborazione tra imprese, dalle micro alle grandi, e organismi di ricerca e diffusione della conoscenza per lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di prodotti cross-mediali, per la post produzione digitale e per lo sviluppo di applicazioni digitali anche nel campo della medicina, della salute e del benessere personale. Sono 49 i progetti premiati che hanno coinvolto in tutto 56 imprese e 11 organismi di ricerca, per 11,6 milioni di investimenti, di cui 6,5 milioni di contributi da parte della Regione Lazio attraverso i fondi Por Fesr 2014-2020.
 
Con il bando “Fondo per startup creative e culturali” si è voluto sostenere la nascita e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative, in particolare nei settori audiovisivo, editoria, tecnologie applicate ai beni culturali, artigianato artistico, design, architettura e musica, cofinanziandone i costi di avvio e di primo investimento. In tutto 17 i progetti premiati che hanno ricevuto circa 500 mila euro di contributi per degli investimenti complessivi di 665 mila euro. Quanto ai settori dei progetti, 5 sono di artigianato artistico, 1 design, 2 audiovisivo, 4 tecnologie applicate ai beni culturali, 3 editoria e 2 musica. Di questi, ben 12 progetti provengono dalla città di Roma e 2 dalla sua area metropolitana, 2 dalla provincia di Latina e 1 da quella di Viterbo.
 
Per il bando “Interventi per l’Artigianato”, pensato per potenziare la produttività, la competitività, la creatività e l’innovazione delle imprese artigiane, sono stati 113 i progetti premiati per diversi settori, 11 dell’artigianato artistico, 4 di agricoltura e ambiente, 2 audiovisivo, 6 design, 32 edilizia, 9 impiantistica, manutenzione, riparazione, 35 produzione artigianale e 14 servizi. Il contributo regionale complessivo è stato di circa 2,5 milioni di euro che hanno generato complessivamente 3,4 milioni di investimento. I progetti suddivisi per provincia, sono 21 nel frusinate, 32 nel reatino, 9 nel pontino, 18 nel viterbese, a Roma città 16 mentre nella sua area metropolitana 17.
Per questo bando era prevista una premialità per progetti che comportano l’assunzione di giovani under 35, sono stati 13 i progetti che ne hanno beneficiato.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelli che vogliono tutelare i piloni della Tangenziale

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma