Ringiovanire oggi si può, un valido aiuto dalla laserterapia. A cura del Dott. Paolo Sbano Medico Dermatologo

A CURA DI PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Martedì 22 Dicembre 2020
Ringiovanire oggi si può, un valido aiuto dalla laserterapia. A cura del Dott. Paolo Sbano Medico Dermatologo

Per fotoringiovanimento si intende un trattamento mirato alla risoluzione dei segni di invecchiamento della pelle mediante sorgenti laser. In realtà lo stesso termine è usato per descrivere tecniche molto diverse fra loro, eseguite con strumenti che possono avere un effetto non ablativo (cioè possono trattare la pelle senza provocare un’abrasione superficiale) o ablativo. Mediante queste metodiche è possibile trattare qualunque supeficie corporea, anche se la maggiore richiesta di trattamenti è per la zona visocollo-decolleté. Per il fotoringiovanimento non ablativo possono essere usati strumenti come i laser q-switched (per la eliminazione delle macchie), il laser Nd:Yag o Alessandrite (per la eliminazione dei capillari e delle macchie e per la tonificazione della cute) ed i laser frazionali non ablativi (per il miglioramento della texture cutanea). Per il fotoringiovanimento ablativo è invece impiegato il laser frazionale Er:Yag o CO2, che permette un miglioramento della texture e riduzione delle rughe con risultati nettamente superiori rispetto ai trattamenti non ablativi. Il laser frazionale ablativo/non ablativo è una delle più importanti innovazioni tecnologiche avvenute negli ultimi anni in campo della laserterapia. Consiste nella applicazione della luce laser in alcuni punti della superficie cutanea risparmiando la pelle intorno. Questo è possibile grazie all’impiego di particolari apparecchiature (scanner) che permettono di scegliere la distanza fra i punti di applicazione della luce laser e la intensità di applicazione della luce stessa. Il principale vantaggio di questa metodica è nel tempo di recupero della pelle trattata con il laser, che è nettamente ridotto rispetto alle tradizionali metodiche di laser resurfacing. I migliori risultati nel fotoringiovanimento cutaneo si ottengono dalla combinazione delle metodiche che hanno come bersaglio le pigmentazioni/capillari e quelle che mirano al miglioramento della texture. Ad esempio può essere combinata il laser q-switched con un trattamento frazionale ablativo/non ablativo. I due trattamenti possono essere eseguiti nell’ambito della stessa seduta di trattamento o in due sedute successive.

Video

VISITA IL SITO

Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre, 09:58