PONTIFICIO ISTITUTO DI ARCHEOLOGIA CRISTIANA

A CURA DI PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
Giovedì 23 Luglio 2020

Aperte le iscrizioni ai corsi dell’anno accademico 2020/21 OPEN DAY 24 settembre 2020

L'Istituto, situato nel cuore di Roma, offre corsi specialistici sui monumenti paleocristiani del Mediterraneo e d’Europa, con lezioni su catacombe, architettura, epigrafia, iconografia, topografia, museologia, liturgia, agiografia, storia della Chiesa, patrologia.

Il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana (PIAC) è un’istituzione universitaria della Santa Sede, fondata da papa Pio XI l’11 dicembre 1925, con motu proprio “I primitivi cemeteri di Roma”, con lo scopo di formare giovani studiosi nel campo dell’Archeologia Cristiana e di promuovere ricerche sulle testimonianze monumentali del cristianesimo primitivo. Attraverso i corsi impartiti nell’Istituto, gli studenti possono conseguire il Diploma di Licenza (Secondo ciclo) o di Dottorato (Terzo ciclo) in Archeologia Cristiana.

Il PIAC si trova nel centro di Roma, in Via Napoleone III, 1 – a pochi passi da Santa Maria Maggiore – e ospita dal 1925 studenti e dottorandi provenienti da ogni parte del mondo. A fianco dei corsi ordinari, funzionali al conseguimento della Licenza e del Dottorato (ma aperti anche ad uditori esterni), il PIAC offre un’ampia offerta didattica di corsi extracurricolari, quali il “Corso Speciale di Iniziazione alle Antichità Cristiane” e il “Corso Speciale Instrumentum Domesticum della Tarda Antichità e dell’Alto Medioevo”, aperti a chiunque volesse approfondire determinate tematiche. I corsi si svolgono da novembre a giugno nella sede dell’Istituto a cadenza quotidiana, alternando lezioni frontali a visite dei più importanti monumenti romani, soprattutto chiese e catacombe, ma anche di significativi poli museali. Il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana dispone di una fornita biblioteca altamente specializzata, aperta sia a studenti che dottorandi che a studiosi esterni.

Il PIAC, inoltre, ogni anno organizza, come parte integrante del proprio percorso didattico, dei viaggi di studio in Italia e all’estero, per visitare alcuni dei più importanti centri del cristianesimo antico, in cui il corpo docente, studenti, dottorandi e partecipanti esterni hanno la straordinaria opportunità di vedere contesti lontani da Roma, guidati sul campo dai maggiori specialisti locali.
 

 

Il PIAC, oltre ad essere un centro di eccellenza per la didattica, svolge anche un’intensa attività di ricerca tramite l’organizzazione di missioni archeologiche in varie aree di Italia e non solo. Tra i progetti di maggiori rilievo degli ultimi anni si ricordano gli scavi presso San Paolo fuori le mura, San Magno a Fondi (LT), Tres Tabernae (al ventitreesimo miglio della Via Appia), la basilica circiforme di papa Marco sulla Via Ardeatina, il monastero di San Calocero al Monte ad Albenga (SV) e la grande basilica di Costa Balenae presso Riva Ligure (IM). Dal 2017, inoltre, il PIAC è impegnato nello scavo e studio dei grandi complessi cristiani tardo antichi della città porto di Adulis, nell’attuale Eritrea, ove convivono attività di ricerca e di formazione di giovani archeologi eritrei, insieme al Ce.R.D.O. di Varese e all’Università Cattolica di Milano.
Il PIAC è impegnato anche in campagne di rilievo ed analisi di alcuni dei monumenti più importanti monumenti del cristianesimo ancora visibili, come il Battistero Lateranense o quello di Albenga. Infine, il PIAC è da poco impegnato nel progetto di valorizzazione e musealizzazione della chiesa di San Giacomo degli Spagnoli a Napoli.
Il PIAC accoglie importanti archivi e collezioni, come i circa 600 esemplari degli acquerelli Wilpert, la collezione epigrafica di G.B. De Rossi.
Il corpo docente del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana figura anche come comitato promotore permanente dei Congressi Internazionali di Archeologia Cristiana, che si tengono a partire dal 1894 (Spalato) ogni cinque anni in sedi a rotazione (il prossimo sarà nel 2023 in Serbia). I Congressi Internazionali rappresentano un eccezionale momento di scambio e relazione con studiosi provenienti da ogni parte del mondo, chiamati a relazionare sulle grandi tematiche del Cristianesimo primitivo e sulle novità della ricerca.
Il PIAC è, inoltre, anche responsabile di pubblicazioni scientifiche di primissimo piano: in primis la Rivista di Archeologia Cristiana, che esce annualmente, oltre ad una serie di collane (quali, ad esempio, gli “Studi di Antichità Cristiana” o i “Sussidi allo Studio delle Antichità Cristiane”), ove vengono ospitati importanti studi monografici e miscellanei.
Le attività del PIAC e tutte le novità possono essere seguito sul sito ufficiale dell’Istituto (www.piac.it) e sulla pagina Facebook.

PONTIFICIO ISTITUTO DI ARCHEOLOGIA CRISTIANA
Via Napoleone III, 1 – I-00185 ROMA
Tel. +39.06.44 65 574 – Fax +39.06.44 69 197
Posta elettronica: piac.segretario@piac.itsegreteria@piac.it
Sito web: www.piac.it

 

Ultimo aggiornamento: 17:57