Laghi di Roma, un weekend da vivere a due passi dalla Capitale

Lago di Bracciano
A cura di PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
4 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Ottobre 2021, 09:15 - Ultimo aggiornamento: 16:45

Al Centro Surf Bracciano si praticano sport acquatici, a Nemi si visita il Santuario di San Michele

Ottobre, tempo di gite fuori porta. Magari al lago, sinonimo da sempre di relax, buon cibo e contatto con la natura. Anche a pochi chilometri da una metropoli come Roma. Nel Lazio, infatti, sono presenti bacini lacustri molto suggestivi, ideali per trascorrere un week end a ritmi slow. E allora, pronti, partenza, via. Andiamo a scoprirli insieme.

Fra i must see il Lago di Albano

Fra le mete più amate c'è il lago di Albano, chiamato (erroneamente) anche Lago di Castel Gandolfo, un vero e proprio punto di riferimento sia per i romani sia per coloro che abitano ai Castelli Romani. Lago dalla forma ellittica, è dotato di spiagge attrezzate per gli amanti degli sport acquatici, ma è conosciuto anche per gli itinerari che qui si possono percorrere.

Tappa imperdibile: il Lago di Nemi

Altrettanto affascinante è il Lago di Nemi, piccolo lago vulcanico situato a 316 metri di altezza. A Nemi la natura selvaggia la fa da padrona, quindi non aspettatevi spiagge, stabilimenti e aree attrezzate. La località è celebre per le sue fragole, abbinate non solo ai dolci, ma anche ai salumi locali. Obbligatoria una sosta in questo incantevole borgo della città metropolitana di Roma, dove a breve sarà possibile visitare il Tempio della dea Diana, per il cui restauro sono stati stanziati 250mila euro grazie ai fondi europei della Regione Lazio a disposizione del gruppo di azione locale di riferimento, il Gal Castelli Romani e Monti Prenestini. Altra chicca il sentiero dell’Eremo di San Michele e il relativo santuario, inaugurati da pochi giorni (non perdetevi gli affreschi e le opere murarie che risalgono al periodo 1200 – 1400)

Lago di Bracciano, per gli sportivi e non solo

Meno selvaggio, ma altrettanto suggestivo, è il Lago di Bracciano, ideale per famiglie con bambini piccoli e per gli sportivi, che possono praticare kitesurf, vela, windsurf e canoa. Bacino lacustre circolare, bagna Bracciano, Trevignano Romano e Anguillara Sabazia. La particolarità di questo lago è la sua varietà di specie arboree, tra cui pioppi e salici, per rilassarsi immersi nel verde magari in compagnia di un buon libro. Se invece siete amanti degli sport acquatici, vi consigliamo di fare un giretto al Centro Surf Bracciano, affiliato alla Federazione Italiana Vela e riconosciuto dal CONI, che offre corsi di vela, windsurf e sup. Molto attrezzato (dispone infatti di ampi spazi verdi, club house, foresteria, parcheggio riservato, servizio spiaggia, bagni e spogliatoi), oltre a formare allievi che hanno raggiunto importanti traguardi sportivi, organizza anche gare locali, regionali e nazionali, tra cui il campionato del mondo Sailboard. Il Centro Surf Bracciano, inoltre, vanta squadre agonistiche di Laser, Optimist e Windsurf seguite da esperti Istruttori Federali.

Relax nella natura al Lago di Martignano

Gli amanti del relax e del buon cibo devono assolutamente fare tappa anche al Lago di Martignano, curato , pulito, tranquillo. Non molto distante dal Lago di Bracciano, questo bacino lacustre ad appena 50 chilometri dalla Capitale, può essere visitato anche noleggiando un pedalò o una canoa. Le sue spiagge sono attrezzate con tutti i comfort, ma sempre nel rispetto dell’ambiente, caratteristica che lo contraddistingue. Da mettere in agenda, se vi trovate in zona, anche una escursione nel Parco Naturale Bracciano – Martignano, per osservare le specie acquatiche e i mammiferi presenti.

Il più grande: il Lago Bolsena

Non può mancare una gita al Lago di Bolsena, il lago più grande del Lazio e di tutta Europa, che bagna con i suoi 43 chilometri le località di Bolsena, Marta e Capodimonte. Per un soggiorno più lungo di un week end si può optare anche per uno dei numerosi camping presenti in zona.

Il fascino “intimo” del Lago di Turano

Proseguiamo il nostro excursus con il Lago del Turano, di origine artificiale, nato nel 1939 dopo lo sbarramento del fiume Turano. Ubicato in provincia di Rieti, questo bacino lacustre, racchiuso nei Monti del Cicolano, è celebre per le insenature e le piccole spiagge.

Lago di Vico, fra verde e borghi

In provincia di Viterbo potete visitare il Lago di Vico, con i suggestivi borghi di Caprarola, San Martino al Cimino e Ronciglione. Situato a 507 metri sul livello del mare e circondato dai Monti Cimini, è un lago di origine vulcanica. La sua caratteristica principale è la ricchezza della flora e della fauna.

Buon weekend!