Acqualatina tra educazione ambientale e collaborazione istituzionale

Acqualatina tra educazione ambientale e collaborazione istituzionale
A cura di PIEMME S.p.a - INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
3 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Novembre 2021, 09:19

La manifestazione Gaeta Brilla, organizzata dal Comune di Gaeta, Acqualatina, l’Associazione “Il cielo itinerante” e la Società Space42.

Educazione ambientale e sinergia istituzionale. Questi gli obiettivi di “Gaeta Brilla”, manifestazione organizzata dall’Associazione “Il cielo itinerante” e dal Comune di Gaeta, con il supporto di Acqualatina e Space42.

L’evento, durato cinque giorni, è stato un percorso interamente dedicato allo studio dello spazio, dell’ambiente e dell’acqua, con giochi a tema, esperimenti, lezioni, droni in volo e dei razzi costruiti dagli studenti, razzi che l’ultima giornata si sono levati in aria in una festa conclusiva.

PREMI E RICONOSCIMENTI

Tra i protagonisti della manifestazione, gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Gaeta, che hanno ricevuto i “Diplomi” da parte del team de “Il cielo itinerante”, e l’omaggio di zainetti a tema e borracce plastic free da parte di Acqualatina, in ricordo della settimana di lavori. L’evento si è poi spostato in Piazza Trieste, dove il Presidente di Acqualatina, Michele Lauriola, ha omaggiato il Comune di Gaeta di una nuova fontana a uso pubblico. La stessa fontana che, nei cinque giorni di evento, ha accompagnato i ragazzi nelle scuole, dissetandoli, tra un esperimento e un gioco educativo.

IL PRESIDENTE DI ACQUALATINA

«È con sincero piacere che, a nome di tutta la Società, abbiamo omaggiato della fontana il Comune di Gaeta.» Ha dichiarato il Presidente Lauriola. «La fontana ha accompagnato i ragazzi durante l’evento e abbiamo il piacere che rimanga come ricordo duraturo dell’intensa esperienza vissuta insieme, così come segno tangibile della fattiva collaborazione che il Sindaco Mitrano e l’Amministrazione Comunale hanno sempre riservato alla nostra Società. Collaborazione che ha portato alla realizzazione di progetti di grande valore, per la comunità».

LA SOCIETA’ ACQUALATINA

Acqualatina S.p.A., Società fondata nel 2002, è il gestore del Servizio Idrico Integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale n.4 – Lazio Meridionale. È una società mista a prevalente capitale pubblico (il 51% del capitale è detenuto dai Comuni dell’ATO4 in proporzione alla popolazione residente). Il partner industriale di Acqualatina S.p.A. è stato selezionato tramite una gara europea per la scelta del socio a cui affidare il 49% del capitale societario e la responsabilità della gestione.

Gli obiettivi della Società sono molto chiari: un lavoro caratterizzato dalla legalità e dalla trasparenza, dalla salvaguardia ambientale e dalla sostenibilità, improntato alla sinergia con le Istituzioni e le Autorità competenti, con i cittadini e le loro esigenze al centro di ogni scelta.

NOVITA’ E FUTURO

Lo scorso mese di luglio Il Consiglio di Amministrazione di Acqualatina ha confermato il presidente Michele Lauriola, il vicepresidente Ezio Zani, l’Amministratore Delegato Marco Lombardi e tutte le cariche societarie. L’impronta di novità di questo nuovo mandato è una forte accelerazione nell’ambito della digitalizzazione e dell’innovazione. È in atto un percorso che porrà a disposizione dei cittadini un servizio completamente rinnovato, dove la tecnologia gioca un ruolo da facilitatore della vita del cittadino. «Siamo coscienti che le sfide che ci aspettano sono molte e impegnative – ha dichiarato il presidente Lauriola al momento della riconferma - Proprio per questo motivo è mia intenzione fondare il nuovo corso aziendale su pilastri importanti come l’innovazione, la sostenibilità ambientale e centralità delle esigenze degli utenti, puntando a un miglioramento costante. Faremo leva su ogni strumento che possa avvicinarci sempre più ai reali bisogni dei cittadini, in modo fattivo e risolutivo, per un servizio sempre più fruibile ed efficiente, facendo leva sulla preziosa collaborazione di tutti gli stakeholder e della più stretta collaborazione con le Istituzioni».