Maker Faire 2019, una boa contro l'inquinamento del mare

Venerdì 18 Ottobre 2019 di Valentina Venturi
Mykhaylo Andriy Sudomiyak di In Lab e Science Tool (foto Agenzia

A Maker Faire 2019 gli inventori si concentrano anche sul mondo acquatico. Una boa lasciata galleggiare in mezzo al mare, diventa in grado di elaborare il livello di inquinamento dell'acqua, elaborare le informazioni e inviarle in tempo reale al computer connesso.
 

«Una boa per facilitare il recupero dei dati - precisa Mykhaylo Andriy Sudomlyak ("ma chiamatemi Michele"), presente al Padiglione 3  - e controllare l'inquinamento dell'acqua. Può essere connessa utilizzando il Bluetooth e in futuro ci saranno degli esperimenti nel Golfo di Napoli: potremo così scoprire l'inquinamento dell'acqua, il preciso posizionamento della boa attraverso la sua altitudine e la longitudine e anche la carica della batteria». 

La società "In Lab", con la "Science Toll" di Roberto Vasca, ideatrice dell'invenzione, ha base a Napoli, con una sede anche a Cava dei Tirreni. 

Ultimo aggiornamento: 16:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma