Albero-mania: ecco la lista degli autori dei dieci addobbi natalizi più belli e originali

Giovedì 26 Dicembre 2013

​Forse Natale è il periodo giusto per dire che le sorprese non finiscono mai. Vi abbiamo invitato a inviarci le foto dei vostri addobbi natalizi, che in questi giorni “scaldano” le vostre case con l’atmosfera magica di questa festa. Abbiamo ricevuto decine e decine di e-mail. Noi della redazione abbiamo dovuto sceglierne dieci, e non è stato facile. Perché abbiamo scoperto che i vostri alberi e i vostri presepi non hanno affatto una funzione meramente estetica. Anzi, in quegli addobbi ci abbiamo ritrovato le tante anime e le tante sensibilità che caratterizzano il nostro Paese e le nostre tradizioni.

Delle tantissime foto che ci sono arrivate, abbiamo scelto quelle che secondo noi sono le più belle e originali, ma avremmo voluto premiarne molte di più.

Ecco di chi sono gli addobbi che abbiamo selezionato:

Nicoletta Pavone: il Natale è la festa più bella, e non importa in che verso la si guardi;

Carla Sciarpelletti: un bellissimo albero “classico”, adornato di stelle di Natale, di grande eleganza;

Sonia Cerioni: l’albero “a muro”, decorato con frutta secca, dimostra che la tridimensionalità non serve per fare atmosfera;

Federica Lauciani: l’albero può essere anche ecologico, e infatti questo è realizzato con bottiglie di plastica riciclate;

Giulia Palmer per “Hostaria Luce a Trastevere”: un altro concetto di ecosostenibilità, un albero addobbato solo con verdura;

Franco Russo parrucchiere: un “manichino d’abete” realizzato con grande estro e bravura;

Maria Cristina Chiorri: tutti gli addobbi sono stati realizzati all’uncinetto (complimenti per la perseveranza e la dedizione!);

Sara Lombardo: un libro è adatto a tutte le stagioni, sarebbe bene non dimenticarsene mai;

Carlo Giordano: non chiamatelo presepe, è il “villaggio natalizio” per eccellenza;

Fabrizio Trifella: le bambole provenienti da tutto il mondo danno all’albero un sapore decisamente internazionale.

Loro riceveranno un biglietto valido per due persone per il film “The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca”, nelle sale a partire dal primo gennaio.

Ma permetteteci davvero di ringraziare tutti voi che avete partecipato, e anche voi che ogni giorno leggete, commentate, criticate e seguite il Messaggero.it. E per farlo, abbiamo deciso di utilizzare gli addobbi con cui avete reso più bello il nostro sito: l’albero di pane dei dipendenti del supermercato Sacop in via Tuscolana, a Roma, inviato da Aurelio Lorenzini, perché ci ricorda l’importanza dei nostri prodotti, e che la dedizione al lavoro e la creatività sono i pregi più importanti degli italiani; “l’albero di provette” dei ricercatori del CNR di Siena inviato da Monia Taranta, perché le nostre migliori menti sono la più grande ricchezza che abbiamo, e non devono più essere costrette a “fuggire” da qui; l’albero di Natale a bordo della Costa Deliziosa mandato da Pina, perché l’Italia smetta di essere il Paese dei naufraghi e ritorni a essere la patria dei Navigatori; l’addobbo dei Carabinieri di Montoro (Av), inviato da Luisa Landi, perché le nostre forze dell’ordine non si arrendono e continuano, nonostante tutto, a difendere l’orgoglio ferito del nostro Stato; l’albero di pianoforti di Giorgio Costantini e quello “rock” di Deborah Piccirilli, perché la musica è una delle poche cose su cui potremo sempre contare; l’albero di bottiglie di Mario, perché nemmeno la crisi e il dolore possono distruggere il nostro spirito di condivisione e il nostro saper sorridere e brindare alla vita.

Buon Natale e grazie ancora,

la redazione del Messaggero.it

Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio, 17:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma