Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Aiga, i giovani avvocati si riuniscono a Palermo per parlare della Giustizia del futuro

Congresso nazionale Aiga
di Andrea Andrei
1 Minuto di Lettura
Venerdì 18 Ottobre 2013, 18:35 - Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 09:43
I giovani avvocati per la Giustizia del futuro. Dal 24 al 27 ottobre l'Aiga, l'Associazione dei Giovani Avvocati, si riunir a Palermo per rinnovare i propri vertici, ma anche per confrontarsi sul futuro di una professione che sta attraversando un periodo particolarmente delicato.



«Vogliamo porre nuove basi, vogliamo che quella dell'avvocato torni a essere una figura al servizio del Paese», spiega a Il Messaggero.it Dario Greco, presidente uscente dell'associazione.



Il Congresso nazionale, dal titolo “La guistizia che vorrei”, si terrà a Palermo, una città in cui la tematica della legalità è particolarmente sentita. Sarà ovviamente l'occasione per confrontarsi su diverse tematiche scottanti. «Abbiamo delle problematiche a cui far fronte, prima fra tutte l'emergenza carceraria», sottolinea l'avvocato Greco, «Meriteremmo di essere noi i detenuti per come trattiamo i carcerati in Italia. Urge un provvedimento di clemenza per risolvere questa situazione».



Per quanto riguarda le prossime nomine, il nuovo presidente sarà sicuramente una donna: candidate per il ruolo ci sono Claudia Pizzurro, calabrese di Paola, attuale Segretario nazionale dell'associazione, e Nicoletta Giorgio, padovana, Tesoriere nazionale Aiga. «È il segnale che il nostro mestiere si sta femminilizzando, ed è un'ottima cosa», conclude Greco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA