Sandra Bullock mamma (adottiva) bis: dopo Louis, ecco la piccola Laila

Venerdì 4 Dicembre 2015 di Giacomo Perra
Sandra Bullock e i suoi due figli adottivi (dailymail.co.uk)

È una tendenza in gran voga a Hollywood e dintorni: dalla A di Angelina Jolie alla T di Theron (Charlize, ovviamente), d’altronde, l’alfabeto delle star che hanno scelto di adottare (specie bimbi stranieri) è praticamente al completo. Fatte salve le buone intenzioni, che certamente non mancano, tra le star americane, la ricerca spasmodica del povero orfano da accudire, a sentire i più maliziosi, sembrerebbe quasi una gara, una sfida a chi osa di più. Una moda, insomma, più che una sentita necessità.

Se così fosse, una delle vip più à la page sarebbe certamente Sandra Bullock. Dopo il piccolo Louis, cinque anni, l’attrice statunitense ha infatti annunciato a “People” di essere diventata madre di Laila, bambina afroamericana di appena tre anni e mezzo che fino all’altro giorno viveva in un orfanotrofio.

“Quando guardo Laila non c'è nessun dubbio: lei doveva essere qui. Posso dirvi assolutamente che i miei due bambini sono venuti nel momento giusto", ha affermato l’interprete di “Speed”, che ha deciso di raccontare la sua esperienza alla celebre rivista per accendere i riflettori sul tema dei senza famiglia: “Louis ha avviato questo percorso. Sapevo che Laila era spaventata e tutto quello che volevo era farle sapere che io e Louis saremo sempre qui".

Fidanzata da qualche mese con Bryan Randall, modello e fotografo che ha realizzato anche l’immagine finita sulla cover di “People”, e nota per le sue generose donazioni in favore delle più disparate cause filantropiche, la Bullock, come detto, è uno dei tanti genitori adottivi a stelle e strisce famosi. Con lei, primissima nella nobile schiera, considerata l’incessante attività, c’è naturalmente Mia Farrow, che si è portata a casa addirittura 11 bambini, tutti nati fuori dagli States. Tra questi, anche la coreana Soon-Yi, che in seguito le rubò l’amore di Woody Allen.

Dietro la Farrow, la seconda piazza in questa ideale graduatoria spetta per merito ai “Brangelina”, alias Angelina Jolie e Brad Pitt, simboli indiscutibili della star engagè contemporanea, che hanno deciso che i soli Chivan Maddox, cambogiano, Zagara Marley, etiope, e Pax Thien, vietnamita, potessero bastare.

A quota tre si trova anche Sharon Stone, mentre Madonna, invece, si è fermata a due, adottando, tra le polemiche per la genuinità dei gesti e, nel secondo caso, per la presunta illegalità dell’azione, i malawiani David Banda e Mercy James. Due figli pure per gli antesignani Nicole Kidman e Tom Cruise, che, ai tempi del loro matrimonio, adottarono Isabella e Connor e per Katherine Heigl, la dottoressa Isobel Stevens di “Grey’s Anatomy”. Uno, diversamente, è il numero perfetto di Michelle Pfeiffer, diventata madre nel ‘93 di Claudia Rose, Meg Ryan, dal 2006 genitrice di Daisy True, e Charlize Theron, mamma dal 2012 di Jackson.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L'approfondimento di oggi