Funerali del boss delle cerimonie: applausi per don Antonio

Venerdì 2 Dicembre 2016 di Raffaella R. Ferrè e Dario Sautto


I cancelli della Sonrisa erano spalancati, ma non hanno accolto né carrozze trainate da cavalli né sposi alla prova banchetto del loro matrimonio. Nel cortile del Castello che tutti abbiamo imparato a conoscere non solo sul territorio, ma anche a livello nazionale e all'estero grazie al docu-reality «Il Boss delle Cerimonie», trovava spazio solo la salma del suo stesso creatore: don Antonio Polese.

Il feretro aperto per l'ultimo bacio di parenti e amici è stato salutato da centinaia di persone. Come testimonia la diretta web diffusa dai canali social e dal sito de Il Mattino, a partecipare al corteo funebre lungo un percorso di circa tre chilometri dalla zona periferica di Sant'Antonio Abate alla chiesa nel centro cittadino in piazza della Libertà, sono state centinaia di persone. Tra loro non solo i familiari, ma tantissimi volti più o meno noti del territorio.
 

 


Abbiamo parlato con Imma, la figlia di don Antonio, che anche in un momento tanto difficile e triste ha ricordato suo padre con poche, sobrie parole. Abbiamo visto il genero Matteo Giordano, il nipote Antonio, tanti collaboratori come Gaetano Davide o il maitre di sala Ferdinando Romeo: sui loro volti tante lacrime, ma anche sorrisi in memoria di un uomo che pur tra mille contraddizioni, giudizi positivi o negativi sulla sua storia, ha riunito un paese. Per seguire il suo funerale, allertata anche la Protezione Civile, chiesa di Sant'Antonio Abate gremita. Il funerale si segue anche dai balconi delle case. 
 

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 23:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA